A- A+
Cronache
Ebola, tre contagiati in Germania. Scatta la fobia anche nel calcio
L'INTERVISTA DI AFFARI/ Il virologo del Cnr Giovanni Maga: "Aumentare le misure di sicurezza"

Una persona che ha riferito di aver avuti contatti con la prima vittima negli Usa di ebola, Thomas Duncan morto oggi a Dallas in Texas, mostra i sintomi della malattia. Lo hanno reso noto le autorita' sanitaria della citta' di Frisco sempre in Texas. Secondo l'affiliata locale della Nbc il sospetto sarebbe un dipendente dell'ufficio dello sceriffo della contea di Dallas che e' stato nell'appartamento di Duncan prima che quest'ultimo fosse ricoverato, lo scorso 28 settembre.

E' il sergente Michael Monning, del dipartimento dello Sceriffo di Dallas, il possibile nuovo caso di ebola negli Stati Uniti. Lo riferisce la Cnn. L'uomo residente a Frisco e' stato trasportato con la massima cautela a Dallas, perche' accusa sintomi compatibili con il virus letale, anche se manca ancora una conferma ufficiale. Ha riferito di non aver avuto contatti diretti con Thomas Duncan, il liberiano morto ieri e prima vittima negli Usa, ma di essere stato nella sua casa.

PAURA IN EUROPA

TRE CONTAGIATI IN GERMANIA - Un dipendente sudanese dell’Onu, contagiato dal virus Ebola, è arrivato questa mattina su un volo speciale a Lipsia proveniente dalla Liberia, per essere curato. Sono tre attualmente i malati affetti dalla febbre emorragica curati in Germania. “E’ stato ricoverato presso la clinica di Lipsia che dispone di un centro di cure specializato”, ha precisato il portavoce del ministero della Sanità della Sassonia, Ralph Schreiber. Lo scorso 4 ottobre il primo dei tre malati ad essere curato in Germania è stato un esperto senegalese dell’Organizzazione mondiale della sanità, che è riuscito a guarire e ha lasciato l’ospedale di Amburgo. Un altro paziente, un medico ugandese che lavora per un’ong italiana, è in cura presso un ospedale di Francoforte.

SPAGNA, 7 RICOVERI - Sono sette le persone ricoverate in Spagna per il sospetto che abbiano contratto il virus Ebola. Tra queste c'è anche l'infermiera, unico caso per ora accertato. Gli ultimi tre ricoverati nell'ospedale Carlo III di Madrid sono due medici e un'infermiera, che erano stati a contatto con la paziente contagiata, che aveva assistito i due religiosi spagnoli che avevano contratto il virus in Africa, morti rispettivamente il 12 agosto e il 25 settembre.

Madrid, soppresso il cane dell'infermiera contagiata - Dopo una ridda di conferma e smentite e' ora la municpalita' di Madrid a dare l'annuncio ufficiale della soppressione di Excalibur, il cane dell'infermiera spagnola contagiata da ebola. Lo ha reso noto l'assessore alla Salute della capitale spagnola, Javier Rodriguez.

PAURA NEL CALCIO

E nel frattempo, mentre il virus comincia a fare paura anche in Europa, scatta la fobia nel mondo del calcio. A gennaio, infatti, si disputerà la Coppa d'Africa, torneo tra le più forti squadre nazionali del continente nero. E molti club stanno pensando di non mandare i propri giocatori africani a disputare la manifestazione, rischiando però di andare incontro a dure reprimende o sanzioni da parte della Fifa.

Numerosi gli 'italiani' in partenza in questi giorni, il romanista Gervinho sarà sabato in Congo e mercoledì ad Abdijian con la sua nazionale della Costa d'Avorio, lontano dai focolai di ebola. Il maliano Keita, anche lui romanista, giocherà ad Addis Abeba contro l'Etiopia e poi in casa a Bamako il 15. Il Ghana ha chiamato Badu dell'Udinese, per le partite contro la Guinea, Paese ad alto rischio, ma le partite si giocheranno in Marocco, zona ebola free. Mbaye dell'Inter e Dramè dell'Atalanta, entrambi senegalesi saranno impegnati in patria contro la Tunisia il 10 e in trasferta il 15 ottobre. In Senegal si era riscontrato un caso di ebola il 29 agosto scorso, ma poi la situazione è tornata sotto controllo, e il Paese è definito libero dal contagio. La Tunisia ha operato misure di prevenzione già ad agosto. Il marocchino Achraf Lazaar del Palermo giocherà domani con la sua nazionale, in amichevole contro la Repubblica Centrafricana. Due gli africani del Parma in campo: il ghanese Afriyie Acquah giocherà in Marocco e poi in casa in Ghana, l'algerino Belfodil impegno prima nel Malawi e poi in Algeria. Il terzino del Napoli Faouzi Ghoulam è a Sidi Moussa, in Algeria, nel ritiro in vista della doppia sfida contro il Malawi. Gli algerini giocheranno a Blantyure, città nel sud del Malawi dove non c'è, per ora, alcun allarme Ebola.

LE CONSEGUENZE ECONOMICHE

Banca Mondiale, costi possono lievitare fino a 32 mld dlr - Gli effetti economici dell'Ebola potrebbero arrivare fino a 32 miliardi di dollari. E' la stima della Banca Mondiale secondo cui questa sarebbe la conseguenza qualora il virus si estendesse per la fine del 2015 anche all'Africa Occidentale. In un comunicato, la Banca Mondiale ha modificato le sue stime, spiegando che c'e' una certa "incertezza" sull'espansione della malattia che e' gia' costata la vita a 3.400 persone. Gli effetti, qualora il virus si limitasse a espandersi in Sierra Leone, Liberia e Guinea, potrebbero salire fino a 1,4 miliardi di dollari. Cio' significa che nella regione il costo totale per la fine del 2015 lieviterebbe a 1,6 miliardi. Ma nello scenario piu' grave, arriverebbe a 32 miliardi qualora venissero coinvolte economie piu' potenti come il Senegal e la Nigeria.

Tags:
ebola
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.