Eluana Englaro/ Celentano, una preghiera per lei. Scontro tra il padre e i vescovi. Bagnasco: "Una sentenza non può fermare una vita"

Mercoledì, 16 luglio 2008 - 16:00:00


Eutanasia/ Eluana Englaro, il giudice: stop all'alimentazione forzata. E' in stato vegetativo dal '92

IL FORUM

Forum/ Sì del giudice all'eutanasia per Eluana. Stop all'alimentazione. Che cosa ne pensi?

 

Otto italiani su dieci sono favorevoli alla sospensione dell’alimentazione per Eluana Englaro. E intato il caso approda al Senato che ha aperto le procedure per sollevare presso la Corte costituzionale un conflitto di attribuzione con la Corte di Cassazione, dopo la sentenza che autorizza la cessazione delle somministrazioni mediche a Eluana. La decisione è stata presa dalla Giunta del regolamento. Ma la famiglia ha deciso di andare avanti.

SENATO- La prima commissione permanente, Affari Costituzionali, procederà infatti alla valutazione di un eventuale conflitto di attribuzione da sollevare tra Senato e Corte Costituzionale sulla vicenda di Eluana Englaro. La Giunta del Regolamento del Senato ha accolto oggi pomeriggio la proposta del Presidente Renato Schifani. Dopo l'esame della commissione si pronuncerà l'Assemblea. 

La richiesta di Schifani ha, in buona sostanza, lo scopo di chiarire se la magistratura si sia sostituita al Parlamento su una materia così delicata come l'eutanasia. Se il Senato decidesse effettivamente di sollevare conflitto di attribuzioni con la Cassazione davanti alla Corte Costituzionale, si tratterebbe di un'iniziativa senza precedenti. La Cassazione, infatti, non è mai stata parte di un conflitto sollevato dal potere legislativo per una sua sentenza. Il vicecapogruppo del Pdl, Gaetano Quagliariello, ha precisato che la discussione della mozione in aula verrà calendarizzata nella prossima riunione della conferenza dei capigruppo, fissata per lunedì.

LA CASSAZIONE - "Il Parlamento faccia quello che crede. Alla Cassazione era stata posta una domanda di giustizia e noi l'abbiamo resa". È il commento di Maria Gabriella Luccioli, presidente del collegio della Cassazione che si pronunciò sul caso di Eluana Englaro, sulla valutazione di un eventuale conflitto di attribuzione con la Suprema Corte. "Credo che ora s.u questa vicenda bisogna fare un po' di silenzio" ha aggiunto la Luccioli.

LA FAMIGLIA- "Noi andiamo avanti. Per il momento non cambia niente, e la famiglia di Eluana porrà in atto la sentenza della Cassazione, sospendendo l'alimentazione della figlia quando lo riterrà opportuno". L'avvocato della famiglia Englaro, Vittorio Angiolini, spiega che la decisione della Commissione Affari Costituzionali del Senato non sposta di una virgola i progetti della famiglia: dopo tanti anni di attesa, la sentenza della Cassazione "rimane esecutiva, a meno che non la blocchi la Consulta in attesa della sentenza, cosa che non è mai successa".

Angiolini commenta con durezza l'iniziativa del Senato, che contesta alla Cassazione di aver concesso la sospensione dell'alimentazione della giovane sulla base di una sentenza della maigstratura azichè su una legge. "Sono stupito dal presidente Schifani - continua Angiolini - che mobilita il Senato per questa vicenda: l'istituzione non ha più rispetto di sè stessa. Dicono che non c'è la legge, ma dov'era il Senato negli ultimi 16 anni?. Sollevando il conflitto di attribuzione, il Senato stesso si autoaccusa di inerzia, non avendo fatto una legge necessaria". "Mi dispiace conclude il legale - perchè stanno trasformando questo caso in un carnevale".

IL MINISTRO DEL WELFARE - Anche il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, interviene sul caso di Eluana: "Ha oggettivamente ragione il cardinal Bagnasco. Credo non si possa non avvertire l'esigenza di non affidare alla magistratura un compito improprio che non le spetta e senza l'approccio necessario di fronte ad un problema di carattere etico". Sacconi non è tuttavia favorevole ad una legge in materia. "Personalmente sono sempre stato contrario ad una legge in materia, ma dobbiamo interrogarci se non sia meglio l'intervento del Parlamento di una seria di sentenze della magistratura" ha detto il ministro durante un incontro alla stampa estera.



Gallery

IL SONDAGGIO- A svelare che 8 cittadini italiani su 10 sono d'accordo con il padre di Eluana, Beppino è un sondaggio condotto da Swg per Donna Moderna, il settimanale diretto da Patrizia Avoledo e Cipriana Dall’Orto.

Su un campione rappresentativo della popolazione di 200 soggetti di età compresa tra i 18 e i 64 anni, è emerso che oltre 8 italiani su dieci si dichiarano a favore della sospensione forzata dell’alimentazione (81% favorevole, 19% contrario).

Il caso di Eluana Englaro, la ragazza in coma da oltre 16 anni dopo un incidente stradale avvenuto nel 1992, è al centro dell’attenzione in questi giorni: dopo una battaglia di anni, condotta dal padre per interrompere l’alimentazione forzata, qualche giorno fa la Corte d’Appello di Milano ha stabilito che Eluana può morire.

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA