A- A+
Cronache

 

Equitalia

Tragedia sfiorata in casa Equitalia. Questa volta non  è però un cittadino che vuole protestare contro  pagamenti onerosi. Un uomo di 38 anni ha minacciato di uccidersi nell'appartamento dove vive con la madre, a Milano, poichè depresso e "stanco di lavorare per Equitalia" a causa dei "continui insulti della gente", ha spiegato la polizia.

Il fatto è accaduto in via Verga a Milano, dove un 38enne si era chiuso in casa e minacciava di togliersi la vita. L'uomo, ubriaco, aveva detto alla madre di non sopportare piu' i continui insulti a cui era sottoposto a causa del suo lavoro come esattore di Equitalia, e di volersi uccidere. La donna, una 77enne, ha chiamato gli agenti, che sono riusciti a entrare in casa e a condurre l'esattore al Fatebenefratelli, dove i medici hanno riscontrato l'alterazione alcolica, ma nessun segno di lesioni auto inflitte o medicinali ingeriti.

Tags:
esattoreequitaliasuicidioinsulti
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure

DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.