A- A+
Cronache
violenza genitori

Alle normali richieste di una figlia adolescente, come avere il permesso di uscire di casa e frequentare amici e compagni di classe dopo la scuola, il padre avrebbe risposto legandola a una delle porte della loro abitazione. La vicenda è avvenuta a Verona, e i protagonisti sono una figlia 15enne  e un padre, 45enne, di origine albanese, ma da diversi anni residente in Italia.

L'uomo ieri ha dovuto rispondere a questa e ad altre accuse nel corso dell'udienza preliminare che si è tenuta di fronte al giudice Laura Donati e al termine della seduta processuale è stato rinviato a giudizio per rispondere dell'ipotesi di reato di "abuso di mezzi di correzione".

Secondo l'accusa il presunto "cattivo papà" avrebbe quantomeno "esagerato un po' troppo" con la figlia che si stava affacciando al mondo dell'adolescenza e che, quindi, rivolgeva al genitore quelle che per gli altri coetanei risulterebbero richieste del tutto normali e innocenti. Soltanto il potere uscire durante il pomeriggio, una volta aver regolarmente svolto i compiti assegnati dagli insegnanti. 

La ragazza aveva segnalato la vicenda nel 2011, facendo partire le indagini della procura di Verona. Oltre ad averla legata alla porta, l'uomo è accusato di averle tagliato per punizione diverse ciocche di capelli, di averle tolto il telefonino per non farla parlare con gli amici e i compagni di scuola.

Tags:
amicilegarepapàveronaalbanese

i più visti




casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.