A- A+
Cronache
Gli americani fanno esplodere il Nord Stream, ma chissenefrega? C'è Sanremo!

Il sovrano Biden ha il diritto di fare esplodere tutte le nostre fragili costruzioni giuridiche e a noi non resta che prenderne atto


Mentre la patria del bel canto si domanda chi vincerà il festival di Sanremo, la notizia dell’inchiesta giornalistica condotta dal premio Pulitzer Seymour Hersh sul sabotaggio dei gasdotti Nord Stream passa in secondo piano, oserei dire in cronaca, senza che la politica, la magistratura o l’opinione pubblica si pongano serie domande.

In estrema sintesi, Seymour Hersh sostiene (con dovizia di particolari), che i due gasdotti siano stati fatti esplodere da sommozzatori americani incaricati da Joe Biden, il quale, prima di autorizzare la missione, avrebbe persino avvertito Olaf Scholz.

La cosa sembra non interessare a nessuno, siamo talmente abituati all’assurdo da non essere più in grado di indignarci. In fondo, Gli Stati Uniti hanno compiuto un sabotaggio per liberare l’Europa (e soprattutto la Germania) dalla dipendenza dal gas fornito a basso costo dalla Federazione Russa, ottenendo un triplice risultato: indebolire la Federazione Russa, rendere l’Europa non condizionabile e vendere il proprio gas liquido. I risultati sono stati raggiunti, nessuno (neppure Olaf Scholz) si è lamentato, dunque si può affermare che Joe Biden abbia agito legittimamente.

Gasdotto Nord Stream 2: cos'è e perché è strategico per la Russia
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da giurista – so di essere pedante – avrei molto da obiettare.

Mai come in questi ultimi tre anni abbiamo assistito a un fenomeno di sistematica violazione del diritto vigente in nome dello stato di emergenza (pandemica, bellica). E’ sufficiente leggere le motivazioni con cui la Corte Costituzionale ha giudicato legittimi gli obblighi vaccinali per rendersi conto che sì, esiste ancora una Costituzione, ma in casi di emergenza il potere esecutivo può violarla nell’interesse collettivo. Mi limito, sommessamente, a osservare che le Costituzioni sono nate proprio per tutelare i cittadini contro gli abusi del potere esecutivo…

Così, un atto di terrorismo internazionale compiuto con l’autorizzazione del Presidente degli Stati Uniti passa sotto silenzio: il fine giustifica i mezzi.

La logica di guerra – che giorno dopo giorno ci avvicina a una catastrofe senza precedenti nella storia – prevale su tutto, persino sul diritto. In fondo, il diritto è un lusso che ci possiamo permettere in tempi ordinari, ma questi sono tempi emergenziali. Nessuno osserva che se i nostri sono tempi emergenziali è perché qualcuno ha perseguito un preciso disegno politico di allargamento della NATO (per non parlare del perseguimento dei progetti di gain of function che hanno fatto sì che un virus creato in laboratorio - sostengono alcuni - uccidesse oltre sei milioni di noi esseri umani).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
nord streamsanremo
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Tensioni Pascale-Turci dopo il divorzio. Rissa per la mega-villa lasciata da Berlusconi

non poteva finire peggio

Tensioni Pascale-Turci dopo il divorzio. Rissa per la mega-villa lasciata da Berlusconi


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.