A- A+
Cronache
Gli psichiatri lo dimettono. Lui torna a casa e uccide la moglie
La trombosi uccide più del cancro e dell’Aids

Per un omicidio-suicidio che il 4 febbraio vide protagonista un 81enne di Montagnana (Padova) e vittima la moglie, due psichiatri sono ora accusati di omicidio. Si tratta di medici dell'Ulss 17 ai quali la procura di Rovigo contesta la decisione di aver lasciato l'uomo uscire dall'ospedale di Monselice (Padova) dov'era ricoverato. L'inchiesta cerca di far luce sull'operato dei medici che avevano in cura l'anziano e che lo dimisero dopo 22 giorni di degenza.

L'uomo, il giorno dopo essere stato dimesso, probabilmente in crisi depressiva, accoltellò a morte la moglie e dopo aver avvisato il 113, che a sua volta allertò i carabinieri, si impiccò. Furono i militari a scoprire così la tragedia. L’azienda sanitaria non commenta gli sviluppi ma in una nota difende l’operato dei propri medici.

Tags:
padova

i più visti




casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.