A- A+
Cronache

 

Un bidello di 65 anni è stato arrestato per violenza sessuale aggravata nei confronti di alcune alunne di una scuola elementare di Vimercate nel milanese. L'uomo, coniugato e pregiudicato, da otto anni lavorava alla scuola elementare comunale "Emanuele Filiberto".

Secondo l'accusa si introduceva nei bagni femminili, adescava le bambine, tutte minori di dieci anni, e le palpeggiava nelle parti intime. L'attività investigativa, svolta dai carabinieri, è scaturita dalla denuncia di una bimba che lo scorso 25 gennaio si era confidata con un'insegnante. A quel punto è stato avviato un costante monitoraggio del suo comportamento e sono state accertate le sue responsabilità.

Il 4 febbraio, al verificarsi di una situazione penalmente rilevante, i militari sono intervenuti arrestandolo in flagranza di reato. Presso la sua abitazione poi, dinanzi alla moglie ignara di tutto, i carabinieri hanno sequestrato un computer portatile e numerosi dvd che dovranno essere analizzati, anche per stabilire se in passato abbia commesso atti analoghi.

Dagli accertamenti sull'arrestato, intanto, è emerso che nel 1971 era stato condannato per un analogo grave reato a sfondo sessuale, che aveva commesso in una chiesa in Calabria, ai danni di una bambina di 12 anni. Nessuno della scuola però ne sarebbe stato a conoscenza al momento della sua assunzione. 

Tags:
bidellomonzaviolenzaalunne

i più visti




casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.