Il critico Serino ai domiciliari per estorsione e poi scarcerato

Il difensore: "Soldi per un normale rapporto di lavoro". AGGIORNAMENTO: Il giudice Ilio Mannucci ha convalidato l'arresto per estorsione del critico letterario Serino, ma ne ha disposto la scarcerazione.. - Serino: "Le ho detto una cavolata per la rabbia"

AGGIORNAMENTO 3/ SERINO: "LE HO DETTO UNA CAVOLATA PER RABBIA"  - OmniMilano - "In un momento di rabbia, le ho detto una cavolata: 'Guarda, ti ho fatto delle foto nuda, se non mi dai i soldi, le mando ai tuoi genitori'. Ma la mia minaccia era inconsistente e lei lo sapeva, perchá davanti a lei avevo già cancellato le due foto che le avevo fatto un attimo dopo averle scattate". Lo ha dichiarato Gianpaolo Serino  in occasione dell'udienza di convalida. Serino, che si è dichiarato "estraneo ai fatti contestati", ha permesso ai giornalisti di assistere all'udienza, dopo che il giudice gli aveva fatto presente che si dovrebbero svolgere a porte chiuse. E ha raccontato la sua versione dei fatti, ripercorrendo il rapporto con F. C., la 29enne che ha denunciato di essere stata minacciata della pubblicazione di foto hard, se
non gli avesse dato 5mila euro.

di Massimiliano Santalucia

IL CASO/ IL CRITICO SERINO AI DOMICILIARI PER ESTORSIONE- Un nuovo scandalo a luci rosse si abbatte su Milano, ma stavolta non è il mondo dello spettacolo ad essere coinvolto bensì quello letterario. Il noto critico Gian Paolo Serino, ideatore della rivista on-line Satisfiction (www.satisfiction.me ), incensurato, si trova agli arresti domiciliari con l'accusa di estorsione. Secondo quanto risulta ad Affari, Serino è stato bloccato dai Carabinieri mentre intascava una cifra pari a 5000 euro, frutto di un tentativo di ricatto ai danni di una giovane PR. Il critico e la ragazza si erano conosciuti tempo fa su Facebook da dove poi era nato un rapporto di amicizia vera e propria. Sembra che Serino, alla ricerca di nuovi partner in campo pubblicitario per la sua rivista on-line, abbia cercato di coinvolgere la giovane nel suo progetto al fine d'aiutarlo a trovare nuovi contatti nel mondo della pubblictà. Il critico avrebbe anche chiesto alla ragazza di versare 5000 euro come quota per partecipare all'attività di Satisfiction All'inizio la giovane PR sembra abbia accettato di aiutare Serino ma dopo poco ci avrebbe ripensato decidendo d'interrompere il rapporto professionale senza aver mai versato la somma richiesta. Secondo quanto emerso dalle indagini il direttore di Satisfiction avrebbe reagito alla decisione della ragazza pretendendo in ogni caso il pagamento dei 5000 euro. Di fronte al rifiuto della giovane PR Serino avrebbe minacciato di pubblicare su internet alcune foto della ragazza senza veli scattate durante un incontro intimo fra i due. La giovane avrebbe finto di assecondare le richieste del critico letterario, ma in realtà si è rivolta ai Carabinieri denunciando la tentata estorsione. A questo punto sono partite le indagini dei militari i quali avrebbero sottoposto il critico a fermo di polizia giudiziaria presso la sua abitazione. Se le accuse dovessero essere confermate Gian Paolo Serino rischia dai 5 ai 10 anni di carcere oltre a una multa di 2065 euro.

AGGIORNAMENTO 1/ LA DIFESA DELL'AVVOCATO  DI SERINO- Secondo il suo difensore, però, si trattava della quota per l'iscrizione della presunta vittima come collaboratrice alla free press culturale Satisfiction' che funziona come una cooperativa. Quota non versata all'inizio della collaborazione e che Serino avrebbe preteso, spaventando la donna con una minaccia inesistente, avendo distrutto davanti a lei stessa le foto scattate durante un rapporto. "È una vicenda spiacevole per il mio cliente, che è una persona perbene - ha detto l'avvocato Davide Steccanella -. I soldi erano dovuti. Ne doveva 5mila e ne ha consegnati 4mila. Il mio assistito non voleva affatto arricchirsi indebitamente con minaccia come contestato, ma ha solo litigato con una persona che, dopo essersi impegnata anche davanti ad altri a versare la quota di spettanza per poter collaborare alla rivista 'Satisfiction' come da sua espressa richiesta, rifiutava di versare quanto promesso". Il legale afferma di essere in grado di dimostrare quanto dichiarato e di smentire la denunciante, F. C., con la testimonianza del socio di Serino, A. A., e con le email ricevute dalla donna nei giorni scorsi in merito alla collaborazione. "Quanto al discorso delle fotografie - ha concluso il legale -, la denunciante sapeva benissimo che le stesse non esistevano, in quanto il mio cliente le aveva cancellate in sua presenza. Gli stessi carabinieri si sono resi conto che è una brava persona, tanto è vero che non l'hanno portato in carcere".

AGGIORNAMENTO 2/  Il giudice per le direttissime di Milano Ilio Mannucci ha convalidato il fermo e ha rimesso in liberta' Gian Paolo Serino, il critico letterario arrestato dai carabinieri per una presunta estorsione ai danni di una donna. Il giudice ha sollevato dubbi sul reato e ha disposto il processo per il 21 marzo prossimo.  Il giudice ha scarcerato Serino perche' l'accusa "al momento appare ridimensionata dalla ricostruzione dell'indagato, la quale, se risultera' confermata, portera' a una rivalutazione dell'ipotesi di reato". "E' una vicenda complessa che va ricostruita in dibattimento con i testi - sostiene l'avvocato Davide Steccanella -. Quel che e' sicuro e' che l'indagato non ha usato quelle foto per arricchirsi. Poi si vedra' se ha commesso il reato di estorsione o di esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Non contesto l'arresto perche' c'erano i presupposti. Ma nell'attesa del processo mi pare che le esigenze cautelari non ci sono". Nel convalidare l'arresto, il giudice ha spiegato che "la vicenda, come prospettata nella sua gravita' dal capo di imputazione e dalla denuncia della vittima, e' stata posta in discussione dalle dichiarazioni rese dall'indagato e in parte riscontrate nei documenti depositati" e che "la pretesa creditoria era corretta ed e' stata ammessa dalla stessa parte offesa". Il giudice ha inoltre ricordato che la presunta vittima, F.C., 29 anni, si era presa l'"impegno" di versare 5mila euro per entrare in societa' con il critico letterario e che in seguito si e' verificato un "degenerare dei rapporti personali" e che "la pretesa di Serino sui soldi e' stata vissuta con modalita' ritenute intimidatorie dalla vittima". Resta necessario, ha concluso il giudice, approfondire la vicenda "per definire se ci sia stato un collegamento causale tra i soldi e le foto".

  


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

In evidenza

Ascolti, Isola dei Famosi top Harry Potter batte Floris

I sondaggi di

Secondo te, chi ha maggiori possibilità di sconfiggere Matteo Renzi alle prossime elezioni politiche?

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it