A- A+
Cronache

 

Secondo le credenze popolari il 29, 30 e 31 gennaio coincidono con i tre giorni più freddi dell’inverno. Tanto che perfino la Merla, che un tempo aveva il piumaggio bianco, per riscaldarsi andò a ripararsi in un camino. Il suo manto divenne grigio per la fuliggine e da allora rimase di tale colore.

Il detto popolare trova la sua giustificazione nella credenza che i giorni più freddi dell’inverno siano quelli centrali dell’inverno, ovvero appunto quelli che cadono al fine di gennaio, perché appunto a metà strada tra il 21 dicembre, solstizio d’inverno e il 21 marzo, equinozio di primavera.

Ma tale credenza, secondo il Centro www.meteogiuliacci.it, non trova riscontri statistici nella realtà. Anzi, quest’anno, per una fortuita coincidenza, il 29, 30 e 31 cadranno proprio sotto il tiepido abbraccio dell’anticiclone Nord africano e quindi con temperature in rialzo fino a portarsi al di sopra della su tutta la penisola. In realtà in Italia il periodo invernale con freddo più intenso cade in media intorno al 10-20 gennaio sul Nord Italia, intorno al 15-25 di gennaio sulle regioni centrali e intorno al 20-30 gennaio sul Meridione.


Ma dal 6 al 9 febbraio torna l'aria fredda artica con piogge diffuse e nevicate anche a bassa quota.

Tags:
merlamaltempofreddo

i più visti




casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.