A- A+
Cronache

"Stiamo lavorando ad un piano di sostenibilita' finanziaria che ci consenta di attuare gli interventi per l'autorizzazione integrata ambientale, considerando anche la ricapitalizzazione della societa', disponibili a valutare l'ingresso di nuovi soggetti". Lo ha detto il presidente dell'Ilva Bruno Ferrante al termine della riunione con il governo che si e' svolta questa sera a Palazzo Chigi. "Naturalmente - ha aggiunto - per poter attuare il Piano Finanziario abbiamo bisogno di un quadro di riferimento certo che oggi non e' chiaro a causa dei provvedimenti dell'autorita' giudiziaria, quali il sequestro dei prodotti e il ricorso alla Corte Costituzionale che si dovra' pronunciare sulla legge 231".

A proposito dell'incontro tenuto di questa sera, Ferrante l'ha definito "proficuo", aggiungendo e "ci e' stata confermata anche in questa occasione una grande attenzione ai problemi dell'azienda". Ferrante ha anche ricordato che domani a Taranto ci sara' un incontro con i sindacati per fare il punto della situazione, per parlare della cassa integrazione e della riapertura del tubificio ERW. "Comunicheremo anche che abbiamo le risorse per pagare gli stipendi di gennaio che saranno versati regolarmente il 12 febbraio. Nei prossimi giorni ci saranno nuovi incontri presso il ministero dell'Ambiente in ordine al tempi di attuazione dell'Aia e incontri periodici con il governo che intende seguire l'evolversi della situazione".

Tags:
ilvabruno ferrante

i più visti




casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.