A- A+
Cronache
india6

Era stato considerato morto dai genitori che evavano anche proceduto a cremare il suo corpo. Dopo 10 giorni, però, il giovane indiano è tornato a casa, tra incredulità e gioia dei parenti.

Lo racconta il quotidiano The Times of India. Il 22enne Mohammad Haris, originario di Eswaramangalam in Kerala, si era recato a Chennai (Tamil Nadu), per cercare un lavoro, ma era  scomparso nel nulla dalla stanza di albergo che occupava, senza dare più notizie di sé.

La polizia, avvisata dalla famiglia, aveva iniziato le ricerche e trovato in un fiume un cadavere in parte decomposto, riconosciuto dai genitori come quello del figlio, in base agli indumenti intimi e a una cicatrice su una gamba.

Trasportati in Kerala, i resti erano stati cremati in un rito funebre il 24 gennaio. Ma alcuni giorni dopo un parente ha chiamato i genitori da Bangalore per comunicare che il ragazzo era vivo e vegeto e si trovava a casa sua.

Tags:
indiatornacasafunerale

i più visti




casa, immobiliare
motori
I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022

I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.