A- A+
Cronache
ragazzina450

Un'indagine a tutto campo che ha preso le mosse da un sito web pedopornografico in Canada ha portato all'arresto di 348 persone nel mondo, inclusi insegnanti, religiosi, medici e agenti di polizia. La polizia di Toronto è riuscita ad individuare e a mettere in salvo 386 bambini imbrigliati in una rete di pedofili internazionale. Dei detective sotto copertura sono riusciti ad entrare in contatto nell'ottobre 2010 con un uomo che condivideva "immagini di bambini piccoli violentati", ha spiegato l'ispettore Joanna Beaven-Desjardins, capo dell'unità di polizia 'Sex crimes' di Toronto. I detective sono poi riusciti a risalire dal contatto in rete fino a un indirizzo di Toronto, da dove operava la società: "La compagnia operava grazie a un sito web - www.Azovfilms.Com - al quale si rivolgevano clienti da tutto il mondo per ricevere video via posta o mail", ha spiegato Beaven-Desjardins.

La casa del presunto responsabile della società è stata perquisita sette mesi dopo e l'uomo accusato di traffico di materiale pedopornografico. Secondo la polizia il 42enne avrebbe "pagato varie persone per filmare i bambini allo scopo di produrre video per la vendita sul suo sito web" e, nel giro di pochi anni, avrebbe intascato circa 4 milioni di dollari canadesi. La polizia ha sequestrato 45 terabytes di dati, contenenti immagini e video "orribili" di abusi sessuali su minori, bambini anche di soli cinque anni. La polizia australiana ha rivelato che 65 arresti sono stati compiuti in australia, incluso quelli di un prete e due insegnanti; sei bambini sono stati salvati. All'operazione ha partecipato anche il servizio Usa di indagini postali che è riuscito a rintracciare pedofili in tutto il mondo tra cui Svezia, Spagna, Australia, Sudafrica, Hong Kong e altri paesi.

Tags:
pedopornografiaweb
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.