A- A+
Cronache

Vogliamo rivolgere un ultimo appello ai partiti, ai leader politici di ogni schieramento da Monti a Casini, da Fini a Bersani, da Berlusconi a Verdini, da La Russa a Vendola,da Giorgia Meloni a Grillo, ad Ingroia: dimenticare la lotta alla pedofilia e la tutela dell’infanzia nei programmi e nella composizione delle liste è un ‘opportunità persa che non coglie un’esigenza profonda nella comunità italiana.

Chiediamo ai partiti politici di ogni schieramento di dare una risposta rappresentativa nei programmi e nelle liste ai 70 mila bambini ogni anno vittime di abusi e violenze sessuali, ai 300 mila che vivono al di sotto della soglia di povertà, alle migliaia di bambini immigrati costretti a mendicare: si tratta di dati che rendono indispensabile una presa di coscienza forte della politica.

I nostri appelli sono finora caduti nel vuoto e pur rispettando il ruolo e l’autonomia della politica non ci rassegniamo ad una concezione autocentrica che escluda dal dibattito un argomento cosi importante e impellente Attendiamo un segnale anche in extremis affinché il tema della tutela dell’infanzia , che è per i cittadini italiani il più importante, entri a far parte delle discussioni e dei programmi, con un coinvolgimento fattivo dell’associazionismo di settore.

Mario Campanella, Laura Bellodi, Donatella Marazziti, Santino Gaudio, don Giacomo Tuoto, Antonio Testa, Maria Rita Parsi 

Tags:
pedofilialottapsicologia

i più visti




casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.