"Io sono il nuovo Duce". La verità sul Partito Fascista. La sentenza

Sabato, 11 settembre 2010 - 09:00:00

Di Floriana Rullo

Il Partito Fascista Repubblicano fondato da Pavolini e dichiarato illegale dalla Costituzione italiana? In Italia esiste ancora. E dichiararsi fascisti non è reato. Si è chiusa così, con l’archiviazione per "infondatezza della notizia di reato", la vicenda giudiziaria di Alberto Castagna, esponente di spicco dell’estrema destra isernina, indagato per apologia di fascismo. Il fondatore del partito sceglie Affaritaliani per raccontare la sua vicenda giudiziaria, un lungo calvario che ha avuto inizio nel maggio 2007 quando, dalla lettura di un sito internet di proprietà di Castagna, scoppiò addirittura un caso nazionale, per un presunto caso di apologia del fascismo, con alcune interrogazioni parlamentari presentate da deputati ex-comunisti. La questione è finita sul tavolo del Pm Mattei, il quale però, a conclusione delle indagini, ha chiesto l’archiviazione.  "L’esame dei principi ideologici e politici elencati nel sito consente di escludere che l’indagato sia animato dal perseguimento delle finalità antidemocratiche proprie del partito fascista", scrive il Sostituto procuratore della Repubblica.

Non solo. Il Gip Laura Scarlatelli ha accolto la richiesta della Procura disponendo l’archiviazione del caso. Alberto Castagna, dunque, non ha inteso perseguire finalità antidemocratiche, non ha esaltato l’uso della violenza quale metodo di lotta politica, non ha propugnato la soppressione delle libertà garantite, non ha denigrato la democrazia e le sue istituzioni o svolto propaganda razzista, tutte ipotesi di reato punite dalla legge 645 del 1952. Alberto Castagna, fondando il cosiddetto ‘Partito fascista repubblicano’, ha ripudiato tutte le forme di violenza, scrive la dottoressa Scarlatelli, "per cui l’associazione neofascista non adotta i principi ideologici del disciolto partito fascista e il metodo di lotta ad esso adottato". La Cassazione ha precisato che "non è vietata la costituzione e l’attività di movimenti che facciano propria non l’intera ideologia del disciolto partito fascista, ma soltanto alcuni punti programmatici dello stesso". "Anche l’eventuale apologia, – aggiunge il Gip – non avrebbe rilevanza penale".

 

alberto

Alberto Castagna, hai fondato il Partito Fascista che era stato dichiarato illegittimo costituzionalmente.Che cosa ti ha spinto farlo?
Sicuramente la voglia di dare una svolta decisiva alla politica italiana, che a mio avviso pecca di latitanza nei confronti degli italiani. Vorrei far presente che durante il Fascismo l'Italia conobbe il massimo dello splendore, era un Paese rispettato nel mondo e tutto questo grazie alla politica attiva e costruttiva portata avanti dal Governo fascista e dal suo capo Benito Mussolini. Dopo decenni di scandali che hanno visto coinvolti politici di ogni schieramento, è giunto il momento di dare una sterzata a questo cancro che si annida nei palazzi del potere; per fare ciò è necessario un drastico cambio di rotta, e rivedere un attimo i meccanismi che hanno portato il nostro Paese in un vortice di malaffare che purtroppo non sembra avere una fine.

Si può, secondo il giudice e la tua sentenza, creare il partito fascista senza violenza, che cosa ne pensi?
Si può e si deve datosi che finora si è sempre associato, sbagliando, il fascismo alla violenza; vorrei ricordare che poco prima dell'avvento di Mussolini al potere, nei primi anni '20, i fascisti diedero un contributo straordinario al mantenimento dell'ordine. Lavorando fianco a fianco alle Forze dell'ordine, i fascisti riuscirono a sedare le violenze dei sovversivi rossi. Nel frattempo in giro per l’Italia non si placava la furia dei comunisti; nel bolognese i fascisti imposero la restituzione delle taglie estorte ai cittadini durante il dominio rosso. Perennemente mobilitati i Fasci di combattimento inviavano squadre ovunque si presentasse la prepotenza scatenata dai sovversivi; sempre essi erano presenti nella mischia, a fianco delle forze dell’ordine, per ristabilire la legalità violata, per ripristinare l’uguaglianza della legge dinanzi a tutti i cittadini. Questi diuturni atti di audacia, di dedizione, di fede nella Patria costavano però tremendamente cari. Sangue generoso bagnava ogni via e piazza; morti e feriti a centinaia. I fascisti e la forza pubblica affrontarono i sovversivi, gli scontri perdurarono a lungo, anche a colpi di bombe a mano, alla fine l’ordine pubblico venne ristabilito. Tutto questo deve far riflettere coloro i quali si sentono gli unici depositari della verità; da una parte i fascisti e le forze dell'ordine che combattevano per la legalità e la giustizia, e dall'altra parte i comunisti i cui unici scopi erano il caos e il terrore.

LEGGI LA SENTENZA INTEGRALE (Pdf)

Ti senti il nuovo Duce?
Se per Duce intende capo, condottiero, colui che conduce, ovvero una persona che cerca di "condurre" gli italiani verso un futuro migliore, allora sì, mi sento il nuovo duce.

Perchè secondo te hanno archiviato il tuo procedimento penale?
Perchè hanno capito che il mio partito non professava nessun fine antidemocratico; come ho detto anche prima non tutti, per fortuna, credono nel dualismo fascismo=violenza.

Hai fatto molto scandalo con il tuo partito, tutti volevano chiudere il tuo sito. Diciamo che ci sono riusciti.Come mai non l'hai riaperto?
No, non ci sono riusciti, datosi che sono stato io a chiuderlo temporaneamente durante le indagini della Magistratura. Mi sembrava giusto farlo, anche per rispetto dell'ottimo lavoro svolto dal PM e dal Gip.

Cosa vuoi fare con il partito Fascista che ora è ufficialmente riconosciuto?
Di cose da fare ce ne sono tante, ne elenco qualcuna per far sì che tutti coloro che leggeranno l'intervista sul più importante quotidiano online d'Italia, possano farsi un'idea.
Anzitutto mi preme molto il capitolo sicurezza che ultimamente sta raggiungendo livelli di guardia. Durante il Ventennio esisteva la Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale (M.V.S.N.), durante la RSI invece operava la Guardia Nazionale Repubblicana (G.N.R.), i cui compiti erano di supporto alle forze di polizia per il mantenimento dell’ordine. Prendendo spunto dalla GNR, si potrebbe tranquillamente rifondare il medesimo corpo (altro che ronde disarmate, a mio avviso inutili e pericolose per chi non ha ricevuto un certo tipo di addestramento). Ovviamente la mia idea è di arruolare personale esperto e preparato che, dopo aver trascorso un periodo di addestramento presso le forze armate, può essere affiancato a Polizia e Carabinieri per un maggior controllo del territorio.


Ipotizziamo ora un drastico cambio di rotta per ciò che concerne la politica parlamentare, dimezzando decisamente il numero di onorevoli e senatori il cui compito, nella maggior parte dei casi, è quello di dormire sui banchi del Parlamento. Oserei affermare che con un Capo del Governo con pieni poteri, finalmente una Legge verrebbe approvata senza più dover rimbalzare dalla Camera al Senato poi di nuovo alla Camera etc.. come avviene attualmente. I nostri politici dicono di agire per il popolo, io mi limito ad agire con il popolo. Altro fattore importante è il compenso dei parlamentari, uno scandalo per quanti arrancano nel sopravvivere, una stoltezza ai miei occhi; voglio ricordare che il Duce rinunciò al compenso che gli spettava come primo ministro e non vedo perché gli attuali politici non debbano fare la stessa cosa. La politica la si fa per passione e per amore nei confronti della Patria, non per risparmiare dal barbiere o per "scroccare" qualche viaggio in chissà quale sperduto paese. Quella che manca ai nostri giorni è la disciplina, che con un pizzico di coraggio e forza d’animo potrebbero cambiare in meglio le sorti della Nazione.

Che cosa ti aspetti adesso?
Al momento mi sto dedicando al libro che ho appena terminato di scrivere dal titolo "La vera storia del Fascismo". Sono riportati fatti ed avvenimenti che la vulgata resistenziale ha sempre tenuto nascosti; un libro molto interessante, dove parlo anche della mia vicenda giudiziaria e della fondazione del Partito Fascista Repubblicano. Se qualche editore è interessato alla pubblicazione può contattarmi all'indirizzo: info@albertocastagna.com

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA