A- A+
Cronache

E' artificiale, ma sembra vera. Grande successo di un team di ricercatori svizzeri: costruita una mano bionica in grado di restituire la sensazione del tatto. Un’operazione “pionieristica”, che potrebbe introdurre nel mercato una nuova generazione di arti artificiali con una percezione sensoriale senza precedenti. Il primo uomo che si sottoporrà all’operazione sarà un paziente che vive a Roma, che ha perso la parte inferiore del braccio in seguito ad un incidente.

La prima mano bionica che consentirà agli amputati di “sentire” ciò che si tocca o si afferra sarà trapiantata entro la fine dell’anno, spiega l’Independent. Se per ora le innovazioni tecnologiche hanno permesso di costruire arti artificiali in grado di captare i segnali del cervello, nessuno strumento bionico ha restituito ai pazienti i feedback sensoriali. Ci proverà un gruppo di scienziati, diretti da Silvestro Micera (della svizzera Ecole Polytechnique Fédérale, di Losanna) a restituire il senso del tatto a chi lo ha perso in passato per colpa di incidenti.

L’uomo che verrà sottoposto all’operazione “indosserà” l’arto per un mese: sarà il tempo necessario per capire come si adatterà. Un modello precedente, meno innovativo, era stata trapiantato nel 2009: permise al paziente di poter muovere le dita della mano bionica e afferrare oggetti. Ma il nuovo prototipo sarà in grado di inviare segnali sensoriali di ritorno da tutte le punta delle dita. Restano alcuni quesiti: uno dei problemi irrisolti è quello legato alla capacità dei pazienti di tollerare l’arto, mentre resta anche il problema di come nascondere il cablaggio sotto la pelle del paziente per rendere il tutto meno invadente.


Tags:
mano bionicatattosalute
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.