A- A+
Cronache

di Fabio Frabetti

MassimilianoClerico

Quella che sembrava una scomparsa misteriosa racchiude invece numerosi interrogativi tanto da sollevare più di un dubbio sull'autenticità della stessa sparizione. Il 19 dicembre scorso Massimiliano Clerico sarebbe scomparso da Roma dopo aver partecipato alla presentazione di un libro sulla malagiustizia in cui era raccontata la sua storia personale. A denunciare l'allontanamento era stata la madre Maria Angela Delorenzi. Si era rivolta prima ad Affari, poi era stata ospite anche in tv nel programma Mattino5. Su Facebook quasi quotidianamente lanciava appelli affinché qualcuno la potesse aiutare a ritrovare il figlio. Eppure in questa storia ci sono alcune stranezze che meritano di essere approfondite.

LE PRIME STRANEZZE - A cominciare dal fatto che la donna usasse l'indirizzo email del figlio sostenendo di controllare in questo modo se l'uomo si connettesse al web da qualche parte. Una modalità piuttosto strana di agire anche perché così facendo eventuali traccie di Massimiliano potevano essere confuse con quelle lasciate dalla signora. Proprio da quell'indirizzo di posta era arrivato un messaggio a firma dell'uomo scomparso in cui si spiegavano i motivi del gesto. Chi lo aveva spedito? Clerico  alludeva a un possibile gesto estremo rivolgendosi direttamente a Berlusconi, l'unico che poteva prendersi cura di Maria Angela.

Proprio al Cavaliere si rivolge anche la madre con un appello diretto affidato al nostro quotidiano: l'unica persona a suo dire che poteva aiutarla a ritrovare il figlio. In molti appelli rivolti su Facebook non mancavano da parte della donna continui riferimenti a Berlusconi ed al Pdl: d'altronde la storia politica di madre e figlio, impegnati da anni in politica nella provincia di Biella, proveniva proprio dall'area di Forza Italia. Ma perché in un caso di scomparsa alludere continuamente a tutto questo?

NESSUNO LO NOTA - Le modalità stesse della scomparsa con il passare del tempo si erano esposte ad altri interrogativi. Massimiliano sarebbe scomparso da un hotel in zona Montecitorio a Roma. Aveva lasciato detto  che sarebbe andato a comprare il biglietto del treno per il suo rientro a casa, previsto per il 20 dicembre. Invece non avrebbe fatto più ritorno lasciando in camera la sua valigia. Con se non avrebbe portato nemmeno il caricabatteria del cellulare visto che già nei giorni precedenti le  comunicazioni con la madre sarebbero avvenute soltanto via mail.  Si tratta di un uomo robusto alto 1,95 che non poteva passare inosservato. E invece nessuno lo vede. Nessuno lo nota. Fino al primo gennaio: stando al racconto della madre una persona racconta di averlo visto nei pressi della stazione ferroviaria di Arcore. Un'altra località che conduce di nuovo a Berlusconi. Per tutto questo tempo dove avrebbe alloggiato l'uomo? Come si è mantenuto?

INCREDIBILE SIMULAZIONE? Ad alimentare i dubbi il comportamento tenuto dalla madre durante il suo soggiorno a casa di una signora che in maniera molto generosa l'aveva ospitata a Roma per un mese e mezzo. A quanto pare dal telefono di casa sua e dalla sua connessione erano partiti dei contatti proprio rivolti al figlio che dunque, in questa incredibile ipotesi, non sarebbe mai scomparso. Possibile che insieme abbiamo messo in scena tutto questo?

Il sei gennaio scorso qualcuno suona alla porta di casa dove alloggia la De Lorenzi. Dallo spioncino la donna che la sta ospitando nota un uomo robusto e con la barba incolta. Era Massimiliano venuto a trovare la madre? Maria Angela nega sia così cosi come negherà i contatti telefonici. La generosità della signora romana finisce quando si accorge che qualcosa in questa storia puzza di bruciato invitando la mamma di Clerico a lasciare quella casa. Prenderà alloggio in un bungalow che si trova all'interno di un camping della capitale. Luogo dove si sospetta possa essersi trovato anche il figlio Massimiliano. Dunque quella che sembrava essere una preoccupante scomparsa potrebbe rivelarsi una clamorosa simulazione messa in atto forse per ragioni politiche o per attirare attenzione mediatica sulla vicenda giudiziaria che aveva coinvolto madre e figlio. Sarà l'ottimo lavoro della polizia postale a decretare la parola fine ad una storia quasi da film.

Tags:
massimiliano clerico
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.