A- A+
Cronache
"Lavoro da 30 ore", poi collassa e muore

"Lavoro consecutivamente da 30 ore e mi sento ancora forte", il cinguettio su Twittter. E non molto dopo questo annuncio è collassata. Il giorno successivo è morta. Il triste episodio è avvenuto a Jakarta e il decesso di Mita Diran, scrittrice e copywriter indonesiana, ha gettato amici e colleghi nello sconforto. La sua società è rimasta colpita, al punto di chiudere per un giorno intero. A ottobre aveva postato sul web: "Sto pensando di portarmi il letto in ufficio".

Il motivo della morte? Stress, mancanza di sonno e l'assunzione di forti bevande energetiche le probabili cause del decesso. Dopo quel post pubblicato su Twitter, da quel "mi sento ancora forte", nessuno avrebbe mai pensato potesse finire così. Già in passato Mita, con quella buona dose di ironia che la contraddistingueva, aveva "denunciato" orari di lavoro eccessivi. "Più tempo trascorri al lavoro, più inizi a considerare l'ipotesi di portare il letto in ufficio", aveva scritto a ottobre.
La società sotto shock ha pubblicato questo messaggio: "Con il cuore spezzato e una grande tristezza, vi informiamo che abbiamo perso la nostra amica, sorella e collega Mita Diran - si legge nel comunicato inviato all'ufficio Advertising & Marketing - Domani l'ufficio rimarrà chiuso per consentire a tutti di partecipare ai funerali".

Tags:
lavorotrenta ore
in evidenza
Condizionatori, scegliere i migliori Tutti i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari

Condizionatori, scegliere i migliori
Tutti i consigli per risparmiare

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Baulificio Italiano: aperto primo monomarca a Milano

Scatti d'Affari
Baulificio Italiano: aperto primo monomarca a Milano





casa, immobiliare
motori
I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022

I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.