A- A+
Cronache

 

Notte di terrore per una trentenne di Treviso. Il marito ha tentato di ucciderla soffocandola in garage, poi l’ha caricata in macchina e ha appiccato il fuoco.

La donna si è ripresa quando ormai le fiamme avevano avvolto il mezzo. Si è salvata ma è gravemente ustionata al volto e alle mani.

Il marito, impiegato di 34 anni, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Pare che a scatenare la furia dell’uomo, in crisi con la moglie da parecchi mesi, sia stata la tuta del calcetto che la donna non gli avrebbe lavato.

L’uomo aveva preparato tutto, scrive il Corriere del Veneto, approfittando del fatto che la compagna era fuori con i colleghi per una cena aziendale. Ha messo a letto i due figli di 4 e 2 anni, poi ha caricato una tanica di benzina sul baule della Daiatsu Sirio e poi ha aspettato, pazientemente che la moglie, 30 anni, tornasse a casa.

Appena la donna è entrata in garage, l’ha aggredita tentando di soffocarla. La donna ha perso i sensi e lui l’ha caricata sul sedile del passeggero ed è partito a folle velocità verso Riese Pio X.

Durante il tragitto, la moglie si è ripresa e allora lui le ha di nuovo stretto le mani intorno al collo fino a farla svenire di nuovo. Nella concitazione, dopo circa 5 chilometri, è uscito di strada ed è finito contro un palo di cemento.

A quel punto è uscito dal finestrino e ha preso la tanica di benzina, con la quale ha cosparso l’auto e le ha dato fuoco lasciando che la moglie bruciasse viva. Miracolosamente la donna si è svegliata ed è riuscita a scendere dall’auto. Soccorsa da un residente la 30enne è stata trasferita al centro grandi ustioni di Padova.

Ha ustioni di secondo e terzo grado alle mani e al volto. Nel frattempo il marito era tornato a casa, si era cambiato d’abito e aveva messo i vestiti sporchi di benzina in lavatrice.

Tags:
calcettoomicidiotreviso

i più visti




casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.