A- A+
Cronache
lizzie malattia
21 anni, un metro e 57 cm di altezza, 27Kg di peso. Eccoli i numero di Lizzie Velasquez. La sua bilancia, ogni mattina, si ferma sotto i 30Kg, impietosa, come la malattia che l'ha colpita. Non è anoressia, ma una patologia rarissima che questa ragazza condivide con solo altre due persone al mondo. Lizzie non assimila il cibo ed è costretta a mangiare in continuazione, una volta ogni 15 minuti. Ha già perso l'uso di un occhio e dall'altro vede poco. Ma quello che la ferisce di più sono i pregiudizi. La ragazza però è forte. Scrive libri, va in tv. "Non vorrei essere diversa da quello che sono", spiega, "voglio far conoscere a tutti la mia storia e lottare contro i pregiudizi".

Si chiama Sindrome Neonatale Progeroide (NPS) – più comunemente conosciuta come “malattia della vecchiaia” - ed è probabilmente la malattia genetica che costringe Lizzie Velasquez.

Ogni quindici minuti per tutto il giorno. Sessanta piccoli pasti – una caramella, un biscotto, una fetta di prosciutto – che insieme fanno un’alimentazione tra le cinquemila e le ottomila calorie. Tante per qualunque altra ragazza ma non per Lizzie che anche seguendo questo tipo di dieta non pesa più di 28 chili.

L’organismo di Lizzie non riesce a trattenere i grassi e per riuscire a sopravvivere richiede una quantità di calorie praticamente quadrupla rispetto a quella che richiede una persona sana. I medici non sono sicuri che Lizzie sia affetta dalla NPS, ma ne è certo il professor Abhimanyu Garg che la segue sin da quando era piccola e che spiega che la malattia accelera in maniera patologica il processo di invecchiamento.

Eppure Lizzie non risponde perfettamente ai criteri con i quali si diagnostica la Sindrome Neonatale Progeroide. Per esempio i suoi capelli non sono radi e fini e non soffre di sordità, problemi ai denti e alla retina, ha solo un problema a un occhio e un peso davvero troppo basso.

Un peso che rappresenta il suo problema sin dalla nascita. Venuta alla luce prematuramente, pesava solo 950 grammi e dopo qualche settimana ha iniziato a mostrare sintomi di una rara sindrome che le impediva di crescere in maniera adeguata.

Nina Moric racconta: “Ho avuto problemi di autolesionismo e anoressia"

“Da bambina sono finita in ospedale molte volte per colpa di mio padre che mi violentava” Questa la rivelazione sconvolgente di Nina Moric, in un’intervista esclusiva, in onda domani a Verissimo”.

Nina Moric racconta: “Negli anni ho avuto problemi di autolesionismo e anoressia perché pensavo che quel che era successo fosse colpa mia. Ed è anche per questo motivo che sono scappata dalla Croazia a soli 16 anni”.

A Silvia Toffanin che le chiede se senta ancora suo padre e se sia riuscita nel tempo a perdonarlo, la show girl croata risponde: “Non sento mio padre da oltre cinque anni e provo per lui solo indifferenza. Oggi ho 37 anni e ho superato la cosa, ed per questo che riesco a parlarne tranquillamente” e aggiunge “ho intenzione di scrivere un libro sulla mia vita e parlerò sicuramente di quello che mi è successo per dare forza e coraggio alle tantissime ragazzine che vivono quello che io ho vissuto da piccola”.

Infine, a proposito del suo ex compagno Fabrizio Corona, rinchiuso da mesi in carcere, dice: “Finalmente abbiamo raggiunto un accordo con il Tribunale dei Minori, quindi Carlos potrà andare a trovare suo padre in carcere”.

C 2 fotogallery 1019189  ImageGallery  imageGalleryItem 3 image

Guarda la gallery

 

Tags:
lizzie velasquez
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.