A- A+
Cronache

 

cadavere naviglio 400

In Nicaragua un ragazzo di 19 anni è stato arrestato dopo aver stuprato e sepolta viva la sua giovane sposa di soli 16 anni. L’assassino era convinto che la compagna lo tradisse.

"L’ho uccisa perchè aveva un altro. Le ho dato un colpo in testa con un bastone, poi le ho messo le mani al collo e l’ho strozzata. L’ho trascinata e gettata in una buca. Lei era ancora viva". Queste le parole del giovane che ha confessato il delitto alla polizia.

Secondo i primi accertamenti il sospetto ha violentato la donna subito dopo averla stordita. Dopo averla ammazzata ha raccontato alla madre che la ragazza era partita per un viaggio. Il corpo è stato trovato a Santa Maria di Ostuma. Il ragazzo è stato subito interrogato e ha confessato. A quanto sembra non avrebbe sopportato di aver visto la moglie nella macchina con un altro uomo.

Più di 600 donne sono state ammazzate dai loro compagni in Nicaragua negli ultimi 6 anni Dal giugno 2012 nel Paese il femminicidio è punito più severamente. Dai 20 ai 30 anni. Una nuova legge definisce “femminicidio” come “l’espressione massima della violenza maschile”.

Tags:
nicaraguamaritomoglieomicidio

i più visti




casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.