A- A+
Cronache
Milano, incendio da un'officina al palazzo: tre morti. FOTO e VIDEO
Incendio Milano

Milano, incendio da un'officina al palazzo: tre morti in casa. FOTO e VIDEO

Tre persone sono morte in un incendio divampato ieri da un’autofficina a Milano, intorno alle 19. Altre due persone sono rimaste intossicate, mentre una terza ustionata. Le vittime si trovavano all’interno di un appartamento al terzo piano dell’edificio in via Fra Galgario in zona Gambara. Si tratta di Silvano Tollardo, 67 anni, sua moglie Carolina De Luca, 63 anni, e Antonio Tollardo, il figlio di 34 anni. Tra i feriti c’è anche una persona che lavorava nell’autofficina. Le fiamme partite dall’autofficina a piano terra hanno raggiunto i primi tre piani del condominio, che è stato evacuato dai vigili del fuoco. Sul posto è intervenuta una squadra del Distaccamento di via Sardegna e altri nuclei di rinforzo dalla centrale operativa di via Messina. Secondo le prime informazioni, riportate dal Corriere della Sera, il rogo sarebbe partito dal negozio che offre anche servizi di elettrauto e ricambio gomme. I vigili del fuoco, intorno alle otto di sera, hanno domato le fiamme riuscendo a circoscrivere l’incendio e a evitare che si propagasse verso i piani superiori del palazzo.

GUARDA IL VIDEO DELL'INCENDIO

 

LEGGI ANCHE: Sinistro stradale tra 6 mezzi: 7 feriti, uno è grave

Incendio in un'autofficina a Milano: le fiamme, poi la fuga

Il sospetto degli inquirenti è che a provocare l’incendio non sia stata una fatalità, ma un’imperizia. Dopo le prime ispezioni e gli accertamenti tra la macerie ancora roventi nell’autofficina, gli investigatori ipotizzano che uno o più addetti avrebbe fatto una manovra azzardata, probabilmente con materiale infiammabile, prima di scappare e mettersi al riparo. Non è chiaro che tipo di riparazione fosse in corso prima che divampassero le fiamme. L’ipotesi è che sia stato usato il materiale infiammabile mentre era in corso un lavoro su un motore separato dalla scocca. Da lì sarebbero quindi partite le prima fiamme che avrebbero coinvolto anche gli pneumatici, presenti in grano numero nell’officina che faceva anche da gommista. In corso anche le verifiche sul rispetto delle leggi di prevenzione incendi all’interno del locale. Ancora da verificare se il personale fosse in regola e con tutti gli obblighi di formazione.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti

Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti





motori
Fiat 500e Giorgio Armani: l’icona del Made in Italy

Fiat 500e Giorgio Armani: l’icona del Made in Italy

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.