A- A+
Cronache

Si e' spento nella notte, all'eta' di 88 anni, all'ospedale di Vibo Valentia, l'ex senatore della Dc Antonino Murmura. Sindaco della citta' calabrese nel 1952, consigliere provinciale e poi assessore a Catanzaro nel 1960, venne rieletto sindaco nel 1964 e fu ininterrottamente senatore dal 1968 al 1994. Per buona parte degli anni '80 conservo' l'incarico di assessore all'Urbanistica al Comune di Vibo.

Sottosegretario alla Marina mercantile nel 1986, nel 1992 divenne sottosegretario al Ministero dell'Interno. A Murmura si deve l'istituzione della scuola di polizia a Vibo e l'elevazione a Provincia nel 1992. Nel novembre del 1995 la Dda di Catanzaro gli invio' un'informazione di garanzia con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. L'inchiesta venne trasferita alla Dda di Reggio Calabria e prese la via dell'archiviazione, come quella aperta a meta' anni '80 dalla Procura di Palmi a seguito delle dichiarazioni di Pino Scriva, primo pentito della 'ndrangheta calabrese.

Tags:
murmura
in evidenza
Non solo caldo africano... Attenti ai temporali violenti

Meteo, eventi estremi

Non solo caldo africano...
Attenti ai temporali violenti

i più visti
in vetrina
Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico

Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico





casa, immobiliare
motori
Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella

Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.