A- A+
Cronache
ambulanza

Non e' una tragedia della follia, ma della sofferenza e della solitudine. E' questo il contesto nel quale sarebbe maturato l'omicidio-suicidio di due fratelli a Palermo. Secondo quanto si e' appreso, infatti, in base a una lettera trovata in casa, e' stata la donna, Giuseppina Puccio, 62 anni, disabile, a chiedere al fratello di ucciderla.

L'uomo, Francesco Puccio, 58 anni, ha eseguito le disperate volonta' della congiunta e poi si e' lanciato dal sesto piano dello stabile di via Albricci, in zona Uditore. Gli agenti giunti sul posto a seguito della segnalazione di un suicidio, dopo avere rinvenuto il corpo, sono saliti nell'abitazione e hanno fatto la drammatica scoperta: la donna era legata a una sedia, con un sacchetto di plastica in testa e con ferite provocate da un coltello. Trovata una lettera nella quale la donna, sofferente da tempo, spiega di avere chiesto al fratello di ucciderla perche' non ce la faceva piu' a condurre la sua vita in questo modo, tra sofferenza e solitudine. I due fratelli non avrebbero altre parenti.

Tags:
omicidio suicidiopalermodisabile
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.