A- A+
Cronache

 

Pillola interna

Dopo la pillola Yasmin, un nuovo scandalo tocca una pillola contraccettiva: si tratta di Diane 35. Sale la preoccupazione e sempre più consumatrici decidono di non ricorrere a questo tipo di contraccezione. Diane 35, infatti, è stata riconosciuta colpevole di quattro decessi in Francia. Come se questo non bastasse, si è appreso che all'origine questa pillola doveva essere un trattamento contro l'acne, che è poi stato cambiato in metodo contraccettivo.

Questo insieme di informazioni negative sul contraccettivo non è stato senza conseguenze. "Smetterò di prenderla", afferma Julie, 27 anni, dopo sei anni di consumo quotidiano. Gli ultimi articoli usciti sulla stampa francese e svizzera l'hanno convinta. "La mia libido è scomparsa. Non ho più voglia di fare l'amore e piango per niente. Non voglio più che la pillola controlli il mio corpo e il mio umore".

Anche per Marie-Emmanuelle l'assunzione della pillola è finita. "Mia madre e i miei ginecologi mi hanno sempre detto di prendere la pillola per proteggermi. Ma oggi ho capito che così facendo metto la mia salute in pericolo". D'ora in avanti, dopo 10 anni di pillola, utilizza il preservativo.

Catherine Stangl, presidente della Sanità sessuale svizzera e direttrice del centro familiare di Neuchatel, non è sorpresa per questo abbandono di massa. "Le pazienti sono inquiete. Riceviamo molte domande sull'argomento. Vogliono saperne di più per decidere che cosa fare". Ma Stangl vede anche gli aspetti positivi: "I rischi sono ben conosciuti dal personale sanitario, ma non dalle utilizzatrici".

"Il rischio zero non esiste". Jacques Seydoux. presidente della società di ginecologia e ostetricia: "Non si prescrive più la pillola a chiunque senza fare delle domande. Ma l'isteria mediatica sta facendo dei danni".

Tags:
donnepillolacontraccezione

i più visti




casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.