A- A+
Cronache
Benzinaio si butta dal 10° piano. "La crisi mi ha tolto il sorriso"

E' entrato nell'ospedale di Padova, praticamente di fronte alla pompa di benzina dove lavorava, e' salito al decimo piano e si e' lasciato cadere nel vuoto. Si e' suicidato cosi' un 56enne di Due Carrare, che, prima dell'estremo gesto, ha lasciato un biglietto, trovato nella sua abitazione. "Non ce la faccio piu', la crisi mi ha tolto il sorriso", ha scritto. Poi si e' recato al lavoro, dopo un po' si e' allontanato dal distributore e infine e' saltato nel vuoto.

L'uomo ha lasciato il posto di lavoro, ha raggiunto il decimo piano dell'ospedale e, dopo aver aperto una piccola finestra della sala d'aspetto, si è gettato nel vuoto. Padova, benzinaio si butta dal decimo piano. Per lui non c'è stato nulla da fare: i soccorritori non hanno potuto che costatarne il decesso. Sul caso sta indagando la polizia. Resta da accertare se, e in che modo, la situazione di difficoltà economica sia stata alla base del suicidio.

Tags:
crisibenzinaiosuicidio
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.