A- A+
Cronache

Il pm Luca Scorza Azzara' ha chiesto stamani la pena di 4 anni e 8 mesi di reclusione per Luca Risso, il fidanzato di Karima El Marohug, meglio nota come Ruby Rubacuori. Risso e' accusato dalla procura di Genova di avere fatto esibire Ruby ancora diciassettenne nel locale di cui era titolare, il 'Fellini' di via XII Ottobre, a Genova, in uno spettacolo hard.

A Risso viene contestato di avere detenuto il video e le fotografie dello spettacolo in un suo computer sequestrato nel corso dell'indagine 'Bunga Bunga' della procura di Milano. Il fascicolo a carico di Risso era stato stralciato e inviato dai pm milanesi ai colleghi di Genova. Risso, difeso dall'avvocato Sandro Vaccaro, sostiene che Ruby quella sera dell'ottobre 2010 fece tutto da sola, salendo sul palco ed esibendosi nello spettacolo organizzato da un'agenzia esterna. Rigetta dunque di avere spinto o assecondato la ragazza ad esibirsi. La sentenza e' attesa il 24 aprile prossimo.

Tags:
rubypedopornografiafidanzata
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Tre smart EQ in dotazione alla Polizia Locale di Genova

Tre smart EQ in dotazione alla Polizia Locale di Genova


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.