A- A+
Cronache

"L'incredibile vicenda del video pedopornografico, circolato su Facebook con 16 mila "mi piace" prima di essere rimosso, dimostra che, senza l'accesso con documento d'identita', i social network diventeranno sempre di piu' uno strumento indiretto di propaganda per i pedofili". Lo afferma il Presidente di "Peter Pan" Onlus, Mario Campanella.

"L'Unione Europea - dice Campanella - dovrebbe chiedere obbligatoriamente agli americani questa modifica sostanziale, perche' e' una delle poche cose possibili per prevenire e arginare la diffusione dei pedofili sui social network E' una valutazione che spetta alla Commissione sugli affari sociali - aggiunge Campanella, impegnato nella raccolta di firme per l'esclusione dal patteggiamento per i pedofili incensurati- che deve essere interlocutrice attenta dei server americani . Purtroppo Facebook e Twitter hanno interesse a fare massa - continua Campanella - e una disciplina degli accessi con il vincolo dell'identificazione ridurrebbe e di molto il numero dei followers e degli iscritti. Cio' che e' comunque agghiacciante - conclude Campanella - e' la condivisione di 16 mila persone in poche ore per un video spregiudicatamente pedofilo e violento".

Tags:
pedopornografiasocial network
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.