A- A+
Cronache
cinecibo alessandro siani

Di Sergio Luciano

Un commissario per Pompei. Nominato dal governo e individuato in una personalità di assoluto prestigio, di levatura internazionale, ma previo una consultazione volontaria con la commissione europea che sottragga la scelta al bilancino delle lobby nazionali. Pompei è un patrimonio mondiale, è del tutto evidente che l'Italia non riesce a gestirlo decorosamente. Lo sconcio dello spettacolo di Siani, organizzato peggio di come avrebbe fatto Brancaleone e risoltosi in un fallimento vergognoso, è solo l'ennesima conferma. E quindi è improcrastinabile salvare un'area archeologica di valore mondiale, senz'altro la più rilevante con le piramidi di Giza, allo scempio che continuano a farne le (cosiddette) autorità locali, incompetenti oltre la tollerabilità.
Leggere che il sindaco di Pompei Claudio D'Alessio si dica “sconcertato per quanto è accaduto allo spettacolo di Alessandro Siani”, e se la prenda con “gli organizzatori che hanno gestito in maniera pessima la disposizione dei posti” è deprimente. Tanto più quando nella sua nota depreca che “molte delle autorità intervenute per godersi uno spettacolo piacevole e divertente sono rimaste in piedi, me compreso. Non comprendo perchè gli organizzatori affermino il contrario. Ricorreremo alle vie legali per tutelare l'immagine della città di Pompei''. E' chiaro che ben altri sono i problemi degli scavi e di tutta la città. Uno dei principali: essere amministrati da gente inadeguata.
Da più parti e da anni si continuano a sollevare segnali d'allarme sul bradisismo burocratico e vandalustico che sta lentamente sgretolando gli scavi. I governi che si sono succeduti negli ultimi anni non hanno fatto nulla. Ma hanno l'alibi delle interferenze delle autorità locali, Sovrintendenza compresa. Basta. Ci vuole una legge speciale e un commissario: non necessariamente dotato di nuove risorse, basterebbero quelle che ci sono se fossero usate come si deve.
P.S.: per Pompei ci vuole un commissario vero, però, e condiviso dall'Europa: altrimenti va a finire che Letta ci mette un Enrico Bondi, che in questo caso avrebbe attinenza solo per l'età archeologica che lo accomunerebbe con gli scavi.

Tags:
pompeisiani
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.