A- A+
Cronache
Pornodivo gay trovato morto. E' giallo sui motivi del decesso

L'ex frontman della boy band francese Alliage, Quentin Elias, è morto a 39 anni: lo ha confermato alla France Presse il suo agente americano, senza precisare le cause del decesso, dopo che un messaggio firmato dal management annunciava la morte sulla pagina Facebook del cantante.

Giovedi mattina, uno strano messaggio era stato postato sulla pagina ufficiale Facebook di Quentin Elias, illustre membro della boyband Alliage. "Domani ci sarà una dichiarazione sulla morte di Quentin Elias. Questo è un momento molto triste per la sua famiglia e fan di tutto il mondo. Si prega di essere pazienti per il comunicato stampa ufficiale, che sarà pubblicato domani".

E in effetti Elias è morto davvero. L'ex cantante della boy band è stato trovato senza vita nel suo appartamento a New York. Finora, la causa della sua morte rimangono poco chiari. Quentin Elias e gli Alliage avevano fatto furore in Francia a fine anni '90. Venivano chiamati i "Take That francesi". Elias si era poi trasferito negli Usa dove aveva tentato la carriera da solista e poi da modello, recitando anche in alcuni film porno. Era diventato un divo del porno gay. Le modalità del suo decesso restano un mistero.

Tags:
pornodivomortonew york
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.