A- A+
Cronache

 

sala operatoria

Auristela Viana da Silva è nata 23 anni fa senza lingua. Nessuno pensava che sarebbe sopravvissuta e invece, grazie a sua madre e a un équipe di specialisti, ora può masticare e esprimersi anche se con qualche difficoltà.

Il suo caso straordinario è stato presentato all’Università di Brasilia. “Si tratta di un’anomalia che causa la morte, e proprio per questo ci sono pochi casi simili al mondo. Normalmente, proprio per le difficoltà nell'alimentazione, i neonati muoiono prima che si possa pensare a qualche cura”. Spiega Frederico Salles, chirurgo maxillo facciale e direttore della squadra di specialisti.

Auristela è affetta da un caso rarissimo di aglossia (mancanza di lingua) ed è stata sottoposta a trattamenti che hanno potuto rimediare all’impossibilità di un trapianto. “Ho trovato una soluzione per supplire all’assenza della lingua: allargare le ossa della mascella facendo ricorso a un metodo simile a quello utilizzato in ospedale per trattamenti di gambe amputate”, ha dichiarato Frederico Salles in un’intervista al Correio Braziliense.

La ragazza, che è riuscita a sopravvivere perché sua madre ha inventato un biberon che porta il latte direttamente in gola, non ha mai potuto mangiare.

Oggi segue un corso per diventare infermiere e dice di vivere normalmente. Il suo caso ha risvegliato l’interesse di molte associazioni di pedriatri.

Tags:
linguabrasilechirurgialatte

i più visti




casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.