A- A+
Cronache
rame rubato

Morire per 5 euro, o meno. E’ quanto vale un chilo di rame rubato sui binari di una stazione rischiando la vita. Due rumeni sono rimasti uccisi così, da ondate di volt a pochi mesi di distanza uno dall'altro.

L’oro rosso è molto ricercato e per questo sono sempre più frequenti i casi di furto. Un traffico in sviluppo, una guerra tra poveri. Il rame per questi giovani pronti a tutto diventa moneta di scambio, un metodo con cui arricchirsi. Gli sciuscià rubano e i rottamai in malafede comprano.

Ha un vantaggio, il rame. Basta triturarlo per renderlo irriconoscibile. E ci sono Paesi che ne hanno molto bisogno. Come la Cina o la Svizzera. Che a occuparsi del “fenomeno”, scrive il Corriere del Vento, sia la polizia ferroviaria non è un caso.

E' lì, sui binari che il rame viene cannibalizzato. Ma i cercatori di rame sono difficili da fermare. Non li ferma neanche quell'energia elettrica che spesso corre accanto a quei tralci da rubare.  Quindici quintali pronti a essere ricettati recuperati dalla Polfer a fine dicembre. Un camion carico di metallo per il valore di 200mila euro scoperto dalla Polstrada a novembre.

Pochi giorni fa il camposanto di Povegliano scarnificato del tetto. A fine dicembre il cimitero di Villafranca hanno denudato gli abbaini. E poi quei binari che erano una sorta di El Dorado per gli sciuscià del rame. A ottobre 2 Frecciabianca e 5 treni regionali fermati dal furto di 64 metri di "oro rosso". Bottino da 500 euro. Non comporta pericoli, il furto di rame sulle strade dei treni. Ma il rallentamento della circolazione. Il tutto per guadagni che spesso permettono a malapena due giri al supermercato.

Tags:
ramebinaritrafficocina5 euro

i più visti




casa, immobiliare
motori
Citroen svela la nuova C4 X e nuova e-C4 X 100% elettrica

Citroen svela la nuova C4 X e nuova e-C4 X 100% elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.