A- A+
Cronache
Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Schlein in corteo. FOTO e VIDEO
Annalisa Pride

Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Schlein in corteo. FOTO e VIDEO

Un nuovo percorso e l’orgoglio di sempre per i trent’anni del Roma Pride, che oggi sabato 15 giugno colora le strade della città. La grande parata chiama a raccolta chiunque voglia contribuire alla battaglia per i diritti della comunità Lgtq+ in piazza della Repubblica alle ore 15. Il carro d’apertura, a forma di organo musicale (scelto come simbolo della parità dei diritti di genere, della libertà di espressione e dell'amore in ogni sua forma), ospita la madrina di questa edizione, Annalisa.

GUARDA IL SALUTO DI ANNALISA AL ROMA PRIDE

 

Una lunga coda di tir di fronte alla stazione Termini precede l'inizio del Pride. Tra i carri c'è quello dell’Arcigay dove campeggia anche una bandiera della Palestina. "Arcobaleno è il nostro colore preferito" è scritto sul carro di Gay Center, mentre il messaggio della Cgil recita: "Niente da nascondere, tutto da conquistare". Da Frosinone uno dei carri invita al "Pride, amore e sfamiglia". A bordo di un altro tir invece le sagome di Saviano, Scurati, Formigli e Ranucci sono accompagnate dalla frase: "A Giorgia non piacerà". Evidente il riferimento alla presidente del Consiglio Giorgia Meloni e ad Atreju, che poche settimane fa aveva utilizzato i volti di giornalisti e opinionisti critici per promuovere il proprio raduno.

L’arrivo della madrina Annalisa al Pride, alle 16.00, ha fatto scatenare sulle note di "Sinceramente" tutta la folla, prima ancora dell'inizio del corteo.

GUARDA IL VIDEO DI ANNALISA CHE CANTA "SINCERAMENTE" AL ROMA PRIDE

 

 

Screenshot 2024 06 15 160632

Screenshot 2024 06 15 155709

Screenshot 2024 06 15 155743

Roma Pride, Schlein: "Persa altra occasione al G7, ma noi continueremo a difendere diritti"

“Una straordinaria partecipazione al Pride di Roma, ne seguiranno altri in tutta Italia. Noi continueremo a difendere i diritti delle persone lgbtqia+ nonostante il governo abbia perso un'altra occasione durante questo G7 dove sono sparite alcune parole: aborto, identità di genere, orientamento sessuale. Possono cancellare qualche parola ma non possono cancellare i nostri corpi, la nostra lotta per la libertà e l'uguaglianza di tutte le persone”. Così la segretaria del Pd Elly Schlein partecipando oggi al Roma Pride.

“Noi come Partito democratico continueremo a lottare per il matrimonio egualitario per una legge contro l'odio e l'omobilesbotransfobia e per i diritti dei figli di tutti e tutte le coppie omogenitoriali. È una vergogna che dopo un anno e mezzo di questo governo Meloni, l'Italia sia scivolata alla 36ma posizione su 48 in Europa, più in basso dell'Ungheria, sui diritti delle persone lgbtqia+. Continueremo a lottare perché l'amore non si discrimina”, conclude.

 

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

Forti tensioni a Palazzo

William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Con la Panamera Turbo S E-Hybrid e la Panamera GTS Porsche lancia i modelli top di gamma

Con la Panamera Turbo S E-Hybrid e la Panamera GTS Porsche lancia i modelli top di gamma

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.