Sanità/ Il re delle cliniche Angelucci ai domiciliari

Mercoledì, 4 febbraio 2009 - 15:18:00


L'imprenditore delle cliniche, Giampaolo Angelucci, è finito agli arresti domiciliari nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla procura di Velletri per truffa e falso in danno delle Asl. Un provvedimento restrittivo, sempre ai domiciliari, riguarda anche una dirigente regionale. La famiglia romana è attiva nel mercato dell'editoria grazie alla proprietà dei quotidiani Libero e Il Riformista. In passato gli Angelucci avevano una partecipazione anche nell'Unità.

Giampaolo ed Antonio Angelucci e la San Raffaele SpA, si legge in una nota, in relazione al provvedimento cautelare emesso dall'Autorità Giudiziaria di Velletri, "pur ritenendo abnormi e sproporzionate le misure poste in essere, sottolineano la loro totale estraneita' ai fatti addebitati e confidano di poter dimostrare a breve termine l'infondatezza delle accuse loro rivolte. Ribadiscono altresì di riporre piena fiducia nell'operato della Magistratura"



GUARDA LA GALLERY

LE INDAGINI- Giampaolo Angelucci, 38 anni, è uno dei protagonisti della sanità laziale ed italiana. L'impero lo ha ereditato dal padre Antonio, classe 1944, fondatore della Finanziaria Tosinvest spa: è lui che ha creato un vero e proprio "network" di cliniche e strutture per la riabilitazione in tutta Italia particolarmente concentrate tra il Lazio e la Puglia.

La Tosinvest dispone di strutture sanitarie accreditate presso il Ssn che garantiscono in totale 3000 posti letto. La società gestisce inoltre il presidio ospedaliero di Ceglie Messapica, 5 residenze sanitarie assistenziali nel Lazio e 11 in Puglia. Da Giampaolo Angelucci dipende anche il San Raffaele di Roma divenuto istituto di ricovero e cura a carattere scientifico) sotto la giunta regionale di centrodestra guidata da Francesco Storace.

I PREGRESSI- Non è la prima volta che le cronache si occupano degli Angelucci: nel 1999 polemiche di speculazione accompagnarono l'acquisto e la successiva vendita al ministero della Salute del San Raffaele di Roma, dopo che l'allora assessore regionale alla sanità Lionello Casentino negò la struttura di accreditamento.

Nel 2007, la storica scuola quadri del Pci, immersa nel verde di Frattocchie (e diventata di proprietà della Tosinvest nel 2003), era finita nel mirino della magistratura che ipotizzava abusi edilizi legati alla ristrutturazione del complesso. Il 18 gennaio, sempre del 2007, la procura di Velletri ha sequestrato Villa Sara, che tra il 1960 e il 1977 ha ospitato Sophia Loren e Carlo Ponti. L'accusa è di nuovo abusivismo edilizio.

Alla fine del 2007 per Giampaolo Angelucci è stato chiesto il rinvio a giudizio per una vicenda di corruzione riguardante l'ex governatore della Puglia, Raffaele Fitto.

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA