A- A+
Cronache
cardinale scola

Tutto è pronto. Domenica 20 ottobre alle 11 si terrà al Duomo di Milano il Pontificale, la Messa solenne celebrata dal cardinale Arcivescovo di Milano Angelo Scola nel 50° anniversario dell’ingresso in diocesi di un suo illustre predecessore, Giovanni Colombo. Saranno anche celebrati gli anniversari di ordinazione sacerdotale dei Canonici del Capitolo Metropolitano e la benedizione della statua dedicata al Beato don Carlo Gnocchi. Scola chiude così un anno dedicato ad una figura monumentale come quella di Colombo, morto nel 1992, che guidò la Diocesi meneghina dal 1963 (quando prese il posto di Giovanni Battista Montini, eletto Papa Paolo VI) al 1980, quando fu chiamato a succedergli Carlo Maria Martini. Una celebrazione a conclusione dell'Anno Colombiano, voluto da Scola a 110 anni dalla nascita, 20 dalla morte e 50 dall'Arcivescovado.

FINE DI UN'INCOMPRENSIONE?- Un anno che chiude anche – con l'omaggio di Scola al suo predecessore – un piccolo momento di incomprensione che il cardinale ebbe nei confronti di Comunione e Liberazione negli anni in cui il movimento guidato da don Luigi Giussani nasceva e si affermava nella Diocesi di Milano: Colombo, infatti, aveva deciso di sopprimere GS, Gioventù Studentesca, il primo nucleo da cui sarebbe nata poi CL. Questo momento è stato raccontato da don Giulio Giacometti (1923-2011), compagno di seminario di Giussani e suo amico per tutta la vita. Che in una sua memoria dedicata agli anni in seminario a Seveso (e di cui Affaritaliani riporta in PDF alcuni stralci) racconta come Colombo non soppresse Comunione e Liberazione sul nascere.

UN SEMINARIO PER LORO”- Siamo nel 1968 quando don Giussani viene chiamato d'urgenza in Curia da Colombo, che gli chiede – a causa della contestazione studentesca – di cessare la sua attività tra gli studenti. Il Gius esce dal colloquio in lacrime e, mentre scende gli scaloni della Curia, incontra Giacometti: “Cosa c'è? Cosa ti hanno fatto?”, gli chiede Giacometti: “Quelli su in alto non mi comprendono!”, risponde don Giussani tra i singhiozzi. Don Giacometti accompagna il suo amico in Cattolica, a fare lezione, poi si precipita da Colombo. Questo il dialogo: “Oh, il nostro prevosto di San Nazaro! Che cosa mi dice di bello?”. Risposta: “Eminenza, ormai le vocazioni non ci vengono che da Gioventù Studentesca (il nucleo da cui nascerà CL, N.d.R.); come si può ed è giusto sopprimerla?”. Ecco allora che Colombo lo guarda, sospira, e mettendo le braccia conserte risponde: “Accetto!, ma tu devi sapere che ci vuole un seminario per loro, un prete per loro, una chiesa per loro, un campo da gioco per loro e... un cimitero per loro”. Giacometti chiede la benedizione e se ne va.

Insomma, con la Santa Messa del prossimo 20 ottobre, un grande Arcivescovo trova il giusto ricordo da parte di un'altra figura, quella di Scola, nata in CL proprio da quell'“Accetto” del cardinale Colombo. Avanti così.

Antonino D'Anna

Tags:
giussanisante carriere
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.