A- A+
Cronache

 

Ylenia Carrisi

La data della scomparsa di Ylenia Carrisi riportata nell’atto ufficiale pubblicato sulla Gazzetta del Mezzogiorno è sbagliata. Secondo quanto scritto la ragazza sarebbe sparita il 31 dicembre 1994 mentre è sempre stato detto che si persero le tracce della giovane il 6 gennaio 1994. Un errore di quasi 12 mesi.

La conferma è stata data dall’Ufficio Stampa di Romina Power nel corso della puntata di Chi l’ha visto?. La cantante, madre di Ylenia, si è detta amareggiata per la resa di Al Bano poiché preferirebbe invece che proseguissero le ricerche.

La redazione del programma ha inoltre rintracciato un'ex compagna americana del suonatore di strada Alexander Masakela, l'ultima persona frequentata da Ylenia. La donna ha raccontato di come l'uomo l'avesse soggiogata con un rito vodoo, l'avesse obbligata a drogarsi e picchiata. 

Il mistero della scomparsa della bellissima Ylelnia è sempre stata legata a Masakela. Si pensava che fosse morto, invece è vivo. Abita ancora a New Orleans ma ha cambiato nome. La figlia di Al Bano e Romina era andata a vivere con il cantante 54enne in uno scantinato.

Non si è mai capito come mai la ragazza avesse scelto di seguire il cantante che ha numerosi precedenti per reati sessuali e abusi.

Tags:
ylenia carrisirominaal banoscomparsa

i più visti




casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.