A- A+
Cronache
findus

"Non siamo responsabili della frode di uno dei nostri fornitori", ha affermato Jean-René Buisson, il presidente dell'Associazione delle industrie agroalimentari francesi.  

"Findus ha ricevuto della carne con un certificato indicante carne bovina. Certo, è drammatico in termine di immagine", ma secondo Buisson l'industria francese resta "la migliore del mondo": "la tracciabilità dei prodotti alimentari non è messa in discussione da questa vicenda. Abbiamo il miglior sistema al mondo che ci farà sapere in due o tre giorni chi è il responsabile".  

Il responsabile dell'Ania sarà presente a una riunione governativa insieme ai ministri per far fronte alla situazione. Quasi tutte le principali insegne della distribuzione francese hanno provveduto a ritirare i prodotti in discussione che sono marchiati Findus.

Da parte sua, il ministro dell'Agricoltura, Stéphane Le Foll, sostiene la necessità di mettere in luce il modello e il sistema di passaggio della carne dalla Romania alla Francia: "Il numero di intermediari è talmente alto che si rischia di perdere la tracciabilità".  

SCANDALO SI ALLARGA IN EUROPA, VERTICE IN FRANCIA - Lo scandalo della carne di cavallo trovata in confezioni di lasagne che avrebbero dovuto contenere solo manzo, si allarga a tutta l'Europa. In Francia e in Gran Bretagna le autorita' sono alla ricerca dei responsabili della frode. Il governo francese ha convocato un vertice di emergenza dei responsabili dell'industria alimentare e il ministro dell'Agricoltura, Stephane Le Foll fa sapere che i risultati delle indagini dell'agenzia anti-frode verranno rese note mercoledi'. Intanto in Gran Bretagna il ministro dell'Agricoltura, Owen Paterson riferira' in Parlamento sul caso e nel frattempo descrive lo scandalo come un "frode internazionale e una cospirazione criminale contro i consumatori".

Dalla Romania il premier Victor Ponta difende i produttori di carne locali, benche' dalle indagini emerga che la carne di cavallo trovata sotto falsa etichetta in Francia e Gran Bretagna sia partita dal suo paese, passando anche per l'Olanda e per Cipro. "Abbiamo fatto delle verifiche - dice il premier - Non abbiamo trovato alcuna violazione delle norme e degli standard europei". Secondo Ponta, la carne che Spanghero, la ditta che ha veduto la carne di cavallo alle industrie francesi, "non era in contatto diretto con societa' romene".

UE, NO PROBLEMA PER SALUTE MA ETICHETTA SCORRETTA - Lo scandalo dell'utilizzo della carne di cavallo come ingrediente delle lasagne a presunto ripieno di manzo e' "un problema di etichettatura" e non essendoci "pericoli per la salute" o "problemi di sicurezza alimentare, la Commissione Ue non puo' vietare" la messa sul mercato di tali prodotti. Lo riferisce Frederic Vincent, portavoce del Commissario Ue alla salute e politica dei consumatori, Tonio Borg per cui "siamo in una fase di ricostruzione dei fatti e della tracciabilita'", competenza questa delle autorita' sanitarie e dei consumatori dei paesi membri. Ecco perche' e' gia' operativa la britannica Fsa, che ha interrogato il sistema di allerta rapido comunitario per ottenere informazioni sulla tracciabilita' degli ingredienti delle lasagne sotto accusa.

Tags:
finduscavallo

i più visti




casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021

Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.