A- A+
Cronache

 

neonati 400

Oggi i ginecologi italiani si asterranno dal lavoro per 24 ore. Lo sciopero è stato proclamato dalla Fesmed (Federazione Sindacale Medici Dirigenti) e vi hanno aderito tutte le associazioni della ginecologia e molte altre sigle professionali.

Interessa i medici dipendenti e gli altri operatori del SSN che operano nei punti nascita, nei consultori familiari e negli ambulatori ostetrici del territorio. Due le ragioni della protesta: la richiesta di garanzie per poter lavorare al meglio in strutture sicure e moderne, e questo per noi medici, ma soprattutto per le nostre assistite. E poi nuove norme di legge per il contenzioso medico legale con tariffe controllate per le polizze assicurative.

"Non vogliamo che le donne subiscano danni - spiegano i ginecologi - per cui sarà garantita la continuità delle prestazioni indispensabili ai sensi di quanto previsto all'articolo 1 della Legge 146/90 e negli Accordi sui servizi pubblici essenziali in caso di sciopero della dirigenza medica e veterinaria del SSN. Detto ciò, non verrà invece dato corso alle attività programmate e questo si stima che porterà ad un totale di circa 1.100 interventi nei reparti di ostetricia e ginecologia che dovranno essere rinviati. Fatte salve le urgenze indifferibili, che saranno comunque garantite, lo stop riguardera' anche l'attivita' dei consultori familiari e di tutti gli ambulatori ostetrici del territorio, dove non verranno effettuati esami clinici, visite specialistiche ed ecografie".

In programma una grande manifestazione nazionale a Palermo che sarà accompagnata da manifestazioni in tutte le città "per testimoniare attivamente le ragioni del nostro disagio e della nostra protesta".

PER FESMED ADESIONE OLTRE 90% - Oltre il 90% dei ginecologi ha aderito allo sciopero proclamato per oggi. Lo comunica la Fesmed (Federazione sindacale medici dirigenti). Allo sciopero hanno preso parte con la formula dello sciopero di solidarieta' anche un elevato numero di ostetriche e di medici appartenenti ad altre specialita' "i quali - spiega una nota - hanno voluto protestare insieme a noi per la messa in sicurezza dei punti nascita in tutto il territorio nazionale; per il problema del contenzioso medico legale in campo sanitario. Stiamo gridando forte la nostra protesta - aggiunge Fesmed - affinche' la sentano i politici e i cittadini tutti". All'astensione di 24 ore proclamata per oggi vi hanno aderito tutte le associazioni della ginecologia e molte altre sigle professionali.Lo sciopero interessa i medici dipendenti e gli altri operatori del Ssn che operano nei punti nascita, nei consultori familiari e negli ambulatori ostetrici del territorio. Due le ragioni della protesta: la richiesta di garanzie per poter lavorare al meglio in strutture sicure e moderne, e questo per noi medici, ma soprattutto per le nostre assistite. E poi nuove norme di legge per il contenzioso medico legale con tariffe controllate per le polizze assicurative. "Non vogliamo che le donne subiscano danni - spiegano i ginecologi - per cui sara' garantita la continuita' delle prestazioni indispensabili ai sensi di quanto previsto all'articolo 1 della Legge 146/90 e negli Accordi sui servizi pubblici essenziali in caso di sciopero della dirigenza medica e veterinaria del Ssn. Detto cio', non verra' invece dato corso alle attivita' programmate e questo si stima che portera' a un totale di circa 1.100 interventi nei reparti di ostetricia e ginecologia che dovranno essere rinviati. Fatte salve le urgenze indifferibili, che saranno comunque garantite, lo stop riguardera' anche l'attivita' dei consultori familiari e di tutti gli ambulatori ostetrici del territorio, dove non verranno effettuati esami clinici, visite specialistiche ed ecografie".

Tags:
ginecologiscioperonascita

i più visti




casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.