A- A+
Cronache
Tornado, trovata una scatola nera. La procura: probabile errore umano
 

E' stata ritrovata una delle scatole nere dei due Tornado che martedi' sono precipitati nell'Ascolano. Lo conferma un ufficiale dei carabinieri, all'uscita dal Tribunale di Ascoli, dopo un vertice in Procura. Lo stesso ufficiale annuncia che "sono stati trovati altri resti umani nella zona di Tronzano, non lontano da Casamurana che potrebbero appartenere a un terzo militare disperso".  Le ricerche dei dispersi si sono estese su una superficie di 60 ettari. La zona e' molto impervia e difficile da controllare.

Ieri nella zona tra Poggio Anzu, Casamurana e Tronzano, tra i Comuni di Ascoli e Venarotta, erano stati rinvenuti, a 800 metri di distanza tra di loro, i resti dilanianti e carbonizzati di due dei quattro aviatori coinvolti nello scontro: Mariangela Valentini, Paolo Piero Franzese, Giuseppe Palminteri, Alessandro Dotto. Le autorita' non hanno ancora ufficializzato l'appartenenza dei resti. "Noi li cerchiamo ancora come se fossero vivi", dicono i vigili del fuoco di Ascoli, riferendosi al pilota e al navigatore che mancano all'appello.

Ma le speranze di trovarli in vita sono ridotte al lumicino. L'incendio che era scoppiato martedi' pomeriggio alle 16,30 subito dopo la caduta a terra dei frammenti dei due aerei e' stato completamente spento. Questo dovrebbe favorire le operazioni di ricerca. L'incidente non ha coinvolto civili o abitazioni locali. Intanto la Procura di Ascoli Piceno ha disposto esami del Dna sui resti umani finora recuperati ma al momento non e' chiaro quali resti saranno esaminati per primi.

Sempre la Procura di Ascoli, in parallelo con la Procura militare di Verona, ha avviato un'inchiesta per disastro aereo colposo. Molti testimoni riferiscono di aver visto volare i due Tornado molti bassi prima dello scontro in volo, e di aver fatto molte telefonate allarmate alle autorita' negli attimi precedenti all'esplosione avvertita anche nella vicina citta' picena.

GIALLO SULLA DINAMICA - Proprio sulla dinamica dell'incidente le testimonianze variano molto. Qualcuno parla di una collisione in volo, altri dicono di aver visto un aereo esploso e un altro, integro, che lo ha sorvolato a bassa quota, infilandosi sotto i fili elettrici per schiantarsi sul fianco della collina.

Tra le ipotesi principali l'avaria e soprattutto l'errore umano. A questa conclusione sarebbe infatti orientato il Pm Umberto Monti, che coordina l'inchiesta, a detta di una fonte investigativa. La Procura acquisirà, oltre ai tracciati radar e ai piani di volo, uno 'storico' dei voli precedenti. Secondo L'Aeronautica militare non risultano violazioni alle norme della navigazione aerea e i piani di volo sarebbero stati rispettati. Il ministro della Difesa Roberta Pinotti parla di aerei efficienti, ribadendo che le missioni addestrative sono "in regola con le norme".

 

 

Tags:
aerei militari
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.