A- A+
Cronache
scuola3

Partono oggi le iscrizioni al prossimo anno scolastico (2013-2014), che riguarderanno 1,7 milioni di studenti, con una importante novità: dovranno essere effettuate esclusivamente online per tutte le classi iniziali dei corsi di studio a eccezione della scuola per l’infanzia.

Una modalità, per la verità già possibile l’anno scorso in maniera facoltativa, ma ora, con la spending review, diventata obbligatoria per le scuole statali (ma non per le private). Il ministero dell’Istruzione, per andare incontro alle famiglie, ha previsto che le scuole offrano un servizio di assistenza a coloro che non possiedono, a casa propria, un collegamento internet o che hanno poca dimestichezza con la tecnologia. Un aiuto anche da spot Rai e dalla sezione ad hoc sul portale del ministero. Il termine di scadenza è stato fissato al 28 febbraio.

"La macchina organizzativa per le iscrizioni on line nelle scuole funziona e con molta serenità concluderemo l’operazione entro il 28 febbraio. Le segreterie delle scuole daranno rande disponibilità per supportare chi non ha strumenti o competenze", ha detto il ministro dell’Istruzione Profumo.

Resta confermato che può essere presentata una sola domanda. In previsione di richieste di iscrizione in eccedenza, la scuola procede preliminarmente alla definizione dei criteri di precedenza nella ammissione con una delibera del Consiglio di istituto. A questo proposito viale Trastevere sottolinea che l’eventuale adozione del criterio dell’estrazione a sorte rappresenta, ovviamente, l’estrema "ratio".

Le famiglie per poter effettuare l’iscrizione on line devono individuare la scuola che interessa, compilare la domanda, registrarla e inviarla alla scuola di destinazione attraverso il sistema «Iscrizioni on line», raggiungibile dal sito del ministero o, preferibilmente, dall’indirizzo web www.iscrizioni.istruzione.it in modo diretto. Il sistema «Iscrizioni on line» si farà carico di avvisare le famiglie, via posta elettronica, in tempo reale dell’avvenuta registrazione o delle variazioni di stato della domanda. La famiglia, inoltre, attraverso una funzione web potrà in ogni momento seguire l’iter della domanda inoltrata. In caso di genitori separati o divorziati, se l’affidamento non è congiunto, la domanda d’iscrizione presentata on line deve essere perfezionata presso la scuola entro l’avvio del nuovo anno scolastico.

BOOM ISCRIZIONI ONLINE,5000 IN POCHE ORE E QUALCHE INTOPPO - Trenta minuti dopo la mezzanotte erano gia' 1.200. La prima volta delle iscrizioni online alla scuola ha scatenato una corsa sul web, tanto che in molti su Twitter e Facebook gia' alle nove del mattino si sono lamentati per le lunghe attese o per le schermate 'status error' della sezione iscrizioni sul sito del Miur. Il picco di accessi si e' avuto tra le 9 e le 10, con conseguenti problemi tecnici. Ma dal ministero di viale Trastevere rassicurano. "Alle 10 gia' cinquemila studenti hanno completato l'iscrizione, tutto procede per il meglio e non rileviamo alcuna difficolta'". Per iscriversi c'e' tempo fino al 28 febbraio, e il servizio e' attivo 24 ore su 24. Eppure in molti hanno deciso di collegarsi al sito www.iscrizioni.istruzione.it in piena notte, quando gran parte del traffico web rallenta o si spegne. L'esperimento riguarda 1,7 milioni di studenti delle classi iniziali di ogni ciclo, a eccezione della scuola per l'infanzia. E' la prima volta che l'iscrizione per le classi iniziali di ogni ciclo deve essere compilata on line. Lo prevede La circolare ministeriale n.96 del Miur che disciplina le iscrizioni per l'anno scolastico 2013/14. L'anno scorso la procedura era gia' attiva ma facoltativa, mentre ora diventa obbligatoria per le scuole statali. Gli istituti dovranno offrire un servizio di supporto alle famiglie senza computer, e un aiuto per chi ha poca dimestichezza con la tecnologia arriva anche dalla sezione ad hoc creata sul portale del ministero. Un'ulteriore assistenza e' fornita dalle biblioteche e da alcuni uffici comunali. Tutte le informazioni sulle scuole, compreso il codice meccanografico, si trovano sul sito "Scuola in chiaro" (www.cercalatuascuola.istruzione.it) ed e' possibile ottenerle nelle scuole stesse. Il modello di iscrizione da compilare e' composto da due sezioni: nella prima sono inseriti i dati anagrafici dell'alunno, la scuola prescelta e le preferenze sull'orario scolastico; la seconda e' dedicata alle informazioni e/o preferenze relative alla specificita' della scuola.

Tags:
scuolaiscrizionionline

i più visti




casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.