A- A+
Cronache

Operazione Mekong. In provincia di Pesaro e Urbino, la capitaneria di porto di Pesaro insieme agli uffici di circondariali Marittimi di Fano, Gabicce e Marotta, ha sequestrato 1400 kg di pesce avariato. In particolare, all’interno di una grossa cella frigo di una attività commerciale di Fano è stato ritrovato pesce in pessimo stato di conservazione poiché poggiato per terra e raccolto alla rinfusa e avvolto in buste, cellophan e cartoni senza alcuna protezione igienica. Vi erano lumachine di mare, tranci di tonno, calamari, triglie, stoccafisso, merluzzo, ecc, del tutto privo di identificazione e/o etichetta e/o marchio di provenienza, con la totale assenza del rispetto delle norme di prassi igienico-sanitarie come imposto dai regolamenti europei. 

Tags:
sequestropesceavariato

i più visti




casa, immobiliare
motori
Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella

Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.