A- A+
Cronache
Sigaretta elettronica 5

E' stato detto che fanno male. Lo ha ammesso anche il ministro della Salute Renato Balduzzi. L'Oms ne ha dato un parere negativo. Il pm di Torino Raffaele Guariniello indaga sui loro effetti. E' in arrivo una circolare che ne impedisce l'uso nei luoghi pubblici. Ma in alcuni locali le sigarette elettroniche sono già state bandite. E' il caso di alcuni cinema e ristoranti di Castelfranco Veneto, provincia di Treviso. "Vanno trattate come una sigaretta qualsiasi". Ma senza un divieto statale esplicito, resta il nodo dei controlli...

Uno dei primi locali ad aver messo "fuori legge" le sigarette elettroniche, riporta il Corriere del Veneto, è stato l'Hesperia, uno dei cinema storici di Castelfranco Veneto, due sale da 390 posti in tutto. Prima della proiezione ecco le parole che segnalano la novità: "Si invita il gentile pubblico a non utilizzare in sala sigarette elettroniche al fine di consentire una regolare fruizione dello spettacolo cinematografico a tutti gli spettatori e prevenire eventuali spiacevoli contestazioni".

Paolo Scapinello, titolare della Ciak Sas, la società che ha in gestione il multisala castellano, spiega al Corriere del Veneto: "Abbiamo deciso di vietare la sigaretta elettronica perchè può dare fastidio. Se tutti la usassero, non si vedrebbe più lo schermo. Da tre o quattro file di distanza, poi, non si capisce la differenza tra il fumo vero e quello finto".

L'Agis Veneto ha diffuso una nota dove si legge che "l'associazione, in via prudenziale, ritiene che sia opportuno dare all'interno delle proprie sale una comunicazione chiara agli spettatori. Preso atto del parere dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e delle scelte adottate da Alitalia, Trenitalia e Trenord riteniamo che in attesa di un chiaro pronunciamento da parte del ministero della Salute il divieto di fumo possa essere esteso anche alle sigarette elettroniche".

Lo stesso provvedimento è stato preso da molti ristoratori della regione. Ma ancora non esiste un divieto esplicito. Per questo, spiega al Corriere del Veneto Dario Menara, direttore di Anci Veneto, "dev'essere il ministero della Salute a dirci cosa fare. Finora nessuno dei sindaci veneti ha preso iniziative autonome o fatto ordinanze, stiamo aspettando di sapere come muoverci, ma in forma coordinata e collettiva. Niente colpi di testa o fantasiose soluzioni individuali".

Tags:
sigaretta elettronicacinemaristorante

i più visti




casa, immobiliare
motori
Ford Bronco sbarca in Europa

Ford Bronco sbarca in Europa


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.