A- A+
Cronache
Suicida in carcere il serial killer Gagliano. Era evaso in Francia nel 2013

Si e' suicidato in cella, nel carcere di Sanremo, Bartolomeo Gagliano, il serial killer protagonista di una evasione terminata con l'arresto in Francia nel dicembre del 2013. Ne da' notizia il sindacato di polizia Sappe, i cui agenti hanno tentato di rianimarlo, inutilmente. Gagliano, secondo quanto appreso, si sarebbe impiccato con un lenzuolo. Gagliano per l'evasione e' stato colpito nei giorni scorsi da una nuova condanna.

Il difensore: "Gagliano era una persona malata" - "Bartolomeo Gagliano era un uomo malato. Ha terminato in questo modo un'esistenza di uomo malato. Sono molto addolorato". Questo il commento dell'avvocato Mario Iavicoli, difensore di Bartolomeo Gagliano, il serial killer che stamani si e' tolto la vita nella sua cella nel carcere di Sanremo. Gagliano, per l'evasione con sequestro di persona del dicembre 2013 era stato condannato a 6 anni e 9 mesi in abbreviato a Genova dal gup Maria Teresa Rubini.

Sappe, Gagliano ieri aveva gia' tentato - Aveva tentato ieri sera di togliersi la vita Bartolomeo Gagliano, il serial killer che si e' impiccato stamani nel carcere di Sanremo. Lo affermano gli agenti sel Sappe, il sindacato autonomo di polizia, che precisano come l'uomo si sia impiccato a una grata di una finestra dell'infermeria dove era stato trattenuto. Ieri aveva tentato di tagliarsi la gola. Gia' in passato, dopo l'arresto avvenuto a Nizza a seguito dell'evasione dal carcere genovese di Marassi, Gagliano avrebbe tentato di togliersi la vita, lesionandosi la gola con un cutter, ma senza riuscire nel suo intento.

Gagliano, serial killer di prostitute e trans - E' una lunga scia di sangue quella che Bartolomeo Gagliano si e' lasciato alle spalle prima di finire il carcere nell'89. Il serial killer evaso durante un permesso premio dal carcere di Genova Marassi il 17 dicembre del 2013, per essere poi arrestato in Francia dopo 4 giorni, era accusato dell'omicidio di una prostituta, di una transessuale e di una terza persona in un turbine di follia omicida in cui aveva coinvolto un altro criminale fuggito con lui dal manicomio criminale di Montelupo Fiorentino, in provincia di Firenze. Gagliano aveva 31 anni quando fu arrestato per l'omicidio del trans Francesco Panizzi. A incastrarlo due bossoli rinvenuti all'interno della sua macchina al momento della cattura. Dalla perizia balistica era risultato che erano stati esplosi dalla stessa arma, una pistola 7,65, usata per uccidere la prostituta Laura Baldi, e per ferire, durante un gioco erotico, una donna con cui aveva una relazione. Gagliano, 55 anni, nasce a Nicosia, anche se da bambino si trasferisce con la famiglia a Savona, oltre ai tre assassini, aveva alle spalle anche un tentato omicidio: quello della fidanzata, una ragazza toscana, ferita con un colpo di pistola. Nella carriera dell'uomo, si contano anche decine di rapine, stupri, detenzione di droga e di armi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gaglianoserial killer
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche

i più visti
in vetrina
Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%





casa, immobiliare
motori
Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.