A- A+
Cronache

 

"VADA A BORDO, CAZZO!". DENTRO IL PROCESSO: LE CARTE SEGRETE DEL NAUFRAGIO CONCORDIA

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO IN FORMATO CARTACEO

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO IN FORMATO EBOOK

************************************************
concordia web

"Il Ministero ha rivisitato le piante organiche degli uffici giudiziari. Per Grosseto si parla di tagliare un magistrato in procura e due in tribunale. La situazione è già difficile: in vista del processo sul naufragio della Concordia questa riduzione sarebbe inopportuna". Lo dice il procuratore di Grosseto, Francesco Verusio.

Sulla questione, conferma Verusio, da Grosseto è stata inviata una lettera anche al Consiglio giudiziario di Firenze, che ha già espresso parere negativo alla riduzione di organico. "Il processo per la Concordia si annuncia lungo - continua Verusio -. In un momento come questo, l’ipotesi di ridurre l’organico suscita perplessità, anche perché al taglio dei magistrati corrisponde pure un taglio del personale amministrativo".

Nella relazione per l’anno giudiziario, il presidente del tribunale di Grosseto, Michele Addimandi, scrive che "permane, soprattutto in materia civile, una quantità di sopravvenienze che non può essere smaltita con il capitale umano e con le strutture materiali esistenti. In tale scenario è sopravvenuto un processo penale, quale quello originato dal naufragio della nave Costa Concordia, che ha richiesto e richiederà un imponente impegno dell’ufficio".

concordia corpi 27

Guarda la gallery

 

Tags:
personaleconcordiaprocesso

i più visti




casa, immobiliare
motori
Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.