A- A+
Cronache

Una donna inglese di 30 anni e' morta nel tentativo di traversare la Manica. Susan Taylor aveva deciso di mettersi prova nell'impresa per una raccolta di beneficenza a favore di un'istituzione per l'assistenza di bambini malati. La donna e' stata soccorsa da una barca di salvataggio e portata di urgenza in elicottero nell'ospedale di Boulogne-sur-Mer, sulla costa francese nel pomeriggio di ieri dove si e' spenta nonostante i numerosi tentativi di tenerla in vita. La sua missione e' comunque riuscita e l'impresa ha ricevuto donazioni per circa 3500 euro a favore del Rainbows children's hospice e altri 3000 per l'ospedale britannico per bambini diabetici. Prima di morire Taylor aveva parlato della sua prossima traversata su Facebook paragonandola alla scalata dell'Everest: "Meno di 1000 persone hanno completato la nuotata di 34 chilometri del Canale - aveva scritto la ragazza - laddove circa 3000 hanno scalato l'Everest".

Tags:
manica
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.