A- A+
Cronache

Stando alle ultime voci, si va verso lo stop all'entrata in vigore dei 2  miliardi di nuovi ticket sanitari per il 2014. A questa ipotesi stanno lavorando Fabrizio Saccomanni (ministro dell'Economia) e Beatrice Lorenzin (ministro della Salute). Il premier Enrico Letta, il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani era stato chiaro:"E' indispensabile rilanciare il Patto per la salute, che è scaduto, ma servono le condizioni economiche. Abbiamo detto al Governo che introdurre ticket per due miliardi per noi è insostenibile".

ERRANI -  "Abbiamo detto al Governo che introdurre ticket per due miliardi per le Regioni e' insostenibile". Lo ha detto il presidente della Conferenza delle regioni, Vasco Errani, dopo un incontro a palazzo Chigi con il governo.   "E' indispensabile rilanciare il Patto per la salute, che e' scaduto, ma servono le condizioni economiche - ha premesso Errani - abbiamo detto al Governo che introdurre ticket per due miliardi per noi e' insostenibile. Il Governo e' pronto ad aprire un confronto - ha aggiunto - e vedremo come sara' possibile affrontare questi argomenti. Dobbiamo verificare
quali risposte arriveranno".

Tags:
ticket sanitari
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.