A- A+
Cronache
ambulanza

Una leucemia fulminante, diagnosticata tre giorni dopo Natale, ha ucciso Matteo Musco, 13 anni, giovane atleta di Castagnole di Paese (Treviso), appassionato di lotta grecoromana. Soltanto quindici giorni sono trascorsi dai primi segnali della malattia alla morte. Il 15 dicembre, in perfetta salute, Matteo scambiava auguri e regali con gli amici di sempre alla tradizionale festa natalizia della Polisportiva Santa Bona. Il giorno dopo, scuola e palestra come sempre, secondo quanto racconta Il Gazzettino.it.

Poi le prime avvisaglie: qualche linea di febbre. E'  l'inizio del calvario. L'influenza non passa, ma si aggrava con giramenti di testa e vomito. Anche i medici non capiscono.. Venerdì 28 i genitori vanno al Pronto soccorso. I primi esami del sangue svelano una forma di leucemia devastante, impossibile da intercettare prima perché completamente asintomatica. Immediato il trasferimento a Padova, in un reparto più attrezzato per simili emergenze, ma tutto è inutile. Erano le dieci di sera del 31 dicembre i genitori, dilaniati dal dolore, insieme al primario di oncologia, decidono di staccare le macchine.

Matteo  amava lo sport, in particolare la lotta grecoromana, in cui era un vero e proprio talento. Giovambattista Padovan, anima della Polisportiva, era convinto che in questo sport così difficile lui sarebbe potuto diventare un campione.

Tags:
uccisoleucemiamatteo

i più visti




casa, immobiliare
motori
Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.