A- A+
Cronache

 

LABORATORIO

Un vaccino in grado di bloccare la crescita del tumore al pancreas. Dopo quattro anni di ricerche il gruppo di ricerca del centro di medicina sperimentale di Torino è arrivato a una svolta importante. Il vaccino potrebbe prolungare la vita dei pazienti del 30%.

La scoperta, scrive La Stampa, è stata pubblicata sulla rivista “Gastroenterology”. Il cancro al Pancreas colpisce ogni anno 11mila persone in Italia ed è tra i tumori più aggressivi. I ricercatori del Cerms, che hanno lavorato per 4 anni nei laboratori delle Molinette, sono riusciti a individuare una proteina, l’alfa-enolasi, enzima del metabolismo presente sulla membrana delle cellule che nel nostro organismo svolge diverse funzioni. Tra cui favorire la crescita del tumore al pancreas.

Francesco Novelli, a capo dell’equipe di ricercatori, spiega: “Il problema è che il nostro sistema immunitario non si accorge della presenza dell’enzima finchè non raggiunge determinati livelli di concentrazione”. I ricercatori sono riusciti a renderlo visibile alle difese del corpo, per creare anticorpi spia in grado di svelare la presenza precoce del cancro, e scatenare una risposta immunitaria.

Il vaccino è un’iniezione intra muscolo. Lo studio sui topi ha permesso di verificare l’efficacia della difesa. La scoperta dà una speranza non solo per una protezione preventiva, ma anche nei pazienti resistenti alla chemioterapia.

Tags:
cancropancreascuravaccino

i più visti




casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.