A- A+
Cronache

 

Studenti universitari, specie in estinzione. In dieci anni il numero degli iscritti agli atenei italiani è diminuito di 50mila unità. Una diminuzione drastica, pari al 17 per cento. Il dato è stato reso noto dal Consiglio Universitario Nazionale che segnala che dal 2001 al 2009 il Fondo di finanziamento ordinario (Ffo), calcolato in termini reali aggiustati sull'inflazione, è rimasto quasi stabile per poi scendere del 5% ogni anno, con un calo complessivo che per il 2013 si annuncia prossimo al 20%.

Sostanzialmente, è come se fosse scomparso un intero ateneo, grande come la Statale di Milano. "Su queste basi e in assenza di un qualsiasi piano pluriennale di finanziamento moltissime università, a rischio di dissesto - denuncia il Cun - non possono programmare la didattica né le capacità di ricerca". Anche il numero dei laureati è al di sotto della media Ocse. L'Italia si posiziona al 34mo posto su 36 paesi. Meno del 20% dei trentenni ha un diploma universitario. Mentre il 33,6 % degli iscritti è fuori corso.

Secondo il rapporto, le strutture delle università italiane sono obsolete e mancano i finanziamenti per i laboratori. Per completare un quadro che appare drammatico, i fondi destinati alla ricerca libera di base per le università (Prin) e il Cnr, subiscono tagli costanti: si è passati da una media di 50 milioni all'anno ai 13 milioni per il 2012.

Tags:
universitàiscrittistatale

i più visti




casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.