A- A+
Culture
Arte/ Milano rende omaggio ai décollages di Mimmo Rotella

di Simonetta M. Rodinò

Cartellonistica e pubblicità hanno influenzato molto il linguaggio visivo. Mentre nella Parigi degli anni '50 del secolo scorso, in competizione con New York per la leadership mondiale dell'arte, Raymond Hains e Jacques Mahé de la Villeglé lavorano insieme ai décollages, manifesti lacerati, Mimmo Rotella incomincia nel 1953 i primi strappi di frammenti di poster dai muri di Roma. Da questa data indaga la mostra "Mimmo Rotella. Décollages e retro d'affiches", che si conclude nel 1964, quando l'artista calabrese - mancato 88enne a Milano nel 2006 - ricevette l'invito a esporre alla XXXII Biennale di Venezia. Vi arrivarono solo le opere. Incriminato per spaccio di stupefacenti e commercio di materiale pornografico, diede indicazioni per la selezione dei lavori dal carcere di Regina Coeli. Fu scagionato qualche mese dopo.  

La rassegna molto articolata, da domani a Palazzo Reale di Milano, che ospita circa 160 lavori - documento di una porzione del suo iter - si snoda però a ritroso: dall'iconografia cinematografica degli anni '60 alle prime sperimentazioni ancora molto informali, dall'astrazione di piccoli frammenti di carta, passando per le opere in cui le stratificazioni da cui egli "scava" immagini e fondi sono incollate su cartoncino o su legno fissate con uno strato di vinavil, a quelle incollate su tela poi nuovamente lavorate, ai retro d'affiches, di cui accentua gli effetti cromatici grazie  alle colorazioni grigie o rossastre lasciate dai muri. Nelle sette sale i due filoni paralleli di retro d'affiches e décollages sono contrapposti su tre pareti bianche; su una grigia sono esposti invece sia riferimenti personali di Rotella, sia citazioni di quadri originali di protagonisti dell'arte moderna e contemporanea, europei e americani: da Marinetti a Warhol (peccato non sia presente una delle sue Marilyn).

Torniamo al 1953. Rotella, dopo un biennio trascorso a Kansas City, nel Missouri, approda a Roma, divenuta centro di scambi e dialoghi artistici nazionali e internazionali: l'espressionista astratto Rothko viene in Italia e Peggy Guggenheim organizza a Venezia la prima personale italiana di Pollock. Sono di questo periodo le composizioni in cui sezioni di porzioni cartacee, immerse in un magma di gesso e di colla colorati, indicano il desiderio di comunicare "non un pensiero soggettivo e personale, ma un'attitudine a reagire all'eterogeneo urbano e testimoniarne la presenza storico-sociologica nell'universo delle immagini", spiega il curatore Germano Celant. Fino al 1958 l'artista attinge al frammento del cartellone trovato per strada senza manipolarlo, mettendolo solo in parentesi o collocandolo su una superficie.
L'informazione pubblicitaria intanto muta quasi quotidianamente i muri della capitale, così, nel 1959, Rotella si rende conto che è necessario strappare tutta l'immagine del manifesto: sui lavori compaiono promozioni di cibi e bevande, cui affianca la propaganda politica, arrivando poi ad appropriarsi di vere icone.  A Roma, sede di Cinecittà, è il cinema a dominare con poster e locandine: nascono così "La dolce vita, " The hot Marilyn", "Il carabiniere a cavallo"…ma anche opere che si rifanno a immagini del circo. Al pari di artisti come Klein, Tinguely, César e Raysse che formano il Nouveau Réalisme, teorizzato nel 1960 da Pierre Restany, cui Rotella aderirà poco dopo, s'immerge via via nel vortice dell'iconografia comunicazionale e popolare.

"Mimmo Rotella. Décollages e retro d'affiches"
Palazzo Reale - Piazza Duomo 12 - Milano
13 giugno - 31 agosto 2014
Orari: martedì, mercoledì, venerdì, domenica 9.30 - 19.30; giovedì e sabato 9.30 - 22.30; lunedì 14.30 - 19.30
Ingressi: intero € 11,00- ridotto € 9,50
Infoline: 02.87036823
Catalogo: Skira
www. mostrarotellamilano.it.

 

Tags:
arte-milano-rotella
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.