A- A+
Culture
Autopubblicazione, in Spagna è boom. Ecco la donna che fa tremare gli editori
Foto web (http://rutnieves.com)

Di Vincenzo Caccioppoli

In Spagna ai principali editori se nomini il nome di Rut Nieves, potrebbero cominciare a prendere i sudori freddi. Questa bella trentasettenne di Madrid, infatti e’ la celebre  autrice di un libro,”cree en ti”, che racconta, in maniera chiara ed asciutta, come farcela senza aver bisogno dell aiuto degli altri. E proprio la stoia della sua opera e la prima testimonianza di questo assunto, essendo un libro autopubblicato, che in pochi mesi ha scalato le classifiche dei libri piu venduti su Amazon Espana, senza l aiuto di nessuna pubblicita e ovviamente di nessuno dei grandi editori, che ora cominciano a temere che questo possa provocare un effetto a catena. “Cree en ti “ sembra aver venduto in pochi mesi circa 40000 copie, senza usare nessun classico canale di distribuzione ma solo con l utorpkmozione e la vendita appunto su amazon  e questo ovviamente sta molto preoccupando i principali editori spagnoli, che solo da quest anno cominciano a vedere un barlume di luce, dopo 5 anni di crisi, che hano letteralmente sconvolto il mercato editoriale, protando a gandi fusioni, fallimenti e chiusure di societa centenarie. Questi risultati sembrano straordinari, considerando che eccetto il canale web, in tutta Madrid il libro della Nieves viene venduto in otto piccole librerie, salvo una “ El gran libro”  che si trova nella centralissima Gran Via e che e ‘ una della principali librerie della capitale spagnola, e in cui figura, manco a dirlo, al primo posto nelle vendite dei libri no fiction. E Pensare, come raccnta l autrice, che in questa libreria piu di una volta  passo’ per chiedere la possibilita di lasciare alcune copie in tentata vendita, ricevendo sempre un secco rifiuto, sulla base del classico rituale che in libreria si puo entrare solo tramite il canale distributivo editoriale.” Poi a settembre- racconta l autrice, muovendo gli occhi espressivi e sorridenti a destra e a sinistra, come per catturare ogni possibile reazione intorno a lei- ho inviato loro la classifica di vendita di Amazon Espana. Dopo due giorni il mio libro era in vetrina” . conclude senza riuscire a trattenere una soddisfatta risata. Questo episodio rappresenta una vera e propria rottura sulla catena distributiva editoriale del paese, perche rapprsenta il primo caso di chi e riuscito a scalare le classifiche di vendita, senza l ‘appoggio di qualche casa editrice importante, un po come accade da noi in Italia, mercato forse fra i piu ingessati e difficli del mondo.La prima casa editrice del paese, Planeta, ora sta cercando di correre ai ripari ed ha ovviamente proposto un contratto editoriale alla Nieves, che ora sta pensando seriamente di rifiutare una simile opportunita’.

D altra parte le condizioni che offre una casa editrice sono piuttosti stringenti, sopratutto per quanto riguarda gli autori non conosciuti al grande pubblico. Al massimo, infatti, si puo ottenere il 10% sulle vendite ( la Rut ha gia guadagnato oltre il 40% ) e sui diritti si impongono condizioni, che impediscono all’ autore qualsiasi utilizzo della propria opera, senza il consenso dell editore. “ Facendo due rapidi calcoli, se riuscissi a vendere  50000 copie dovrei riuscire a guadagnare circa 350000 euro, cosi posso comprare finalmente una casa tutta mia.” Dice la Nieves, che  pare davvero avere le idee molto chiare su quello che vuole e su come ottenerlo. In Spagna, ma non solo, si contano sulle dita di una mano gli autori in grado di muovere simili cifre. La cosa che ha sconvolto parte delle certezze nel mondo editoriale non e’tanto il fatto che la Rut ha avuto successo nell autopubblicazione di un romanzo, ma nel fatto che e’ la prima volta che cio accade per un libro in formato cartaceo. Fino ad ora, infatti solo alcuni libri in formato ebook o distribuiti tramite il canale dei social avevano avuto un qualche futile successo. Questo invece potrebbe eseere l’ inizio di una vera e propria rivoluzione del mercato, e non solo in Spagna. “ Amazon mi paga ogni mese, e ogni giorno posso vedere i risultati delle mie vendite. Le grandi case editrici devono cambiare per forza, con simili conidizioni antiquate non possono piu andar avanti, il mondo e’ cambiato e anche la compassata editoria deve mettersi al passo coi tempi.” Conclude la simpatica autrice di un simile fenomeno editoriale. Ec in effetti qualcosa cominciaa muoversi se si pensa che la stessa Planeta ha annunciato che dal prossimo mese sara disponibile online la sua piattaforma per autoeditare i propri romanzi. Anche perche’ il caso della Nieves va in parallelo con quello del trentraenne Lain Garcia Calvo, che secondo alcune stime con il suo ultimo libro autopubblicato “ la voz de tu alma” avrebbe venduto oltre 60000 copie.” Ho girato almeno dieci case editrici, ma tutte mi hanno rifiutato la pubblicazione, allora convinto della bonta’ della mia opera ho deciso di fare da me. e il risultato dopo solo sette mesi e sotto gli occhi di tutti. “ commenta soddisfatto l autore, che sta diffondendo il suo libro anche nel grande mercato dell America latina.

Eppure qualcuno che non crede che questi due fenomeni possano cambiare radicalmente il mondo dell editoria in Spagna c ‘e’ ancora, rapportato sopratutto a paesi come il nostro, dove la meritocrazia ha un rilievo vicino allo zero.” Il rapporto casa editrice-scrittore in Spagna – ma anche in America Latina, a dispetto di ciò che si pensa – è ben diverso da quello che conosciamo in Italia. In primo luogo, perché lo spagnolo è una delle lingue più parlate al mondo, di conseguenza i lettori sono milioni, ma anche perché esiste ancora la meritocrazia.”A sostenerlo è Veronica Navarra, fondatrice dell’agenzia letteraria Writers’ Factory, che dal 2002 offre i suoi servizi di traduzione e promozione agli autori, che vogliono provare a sfondare sul mercato editoriale spagnolo. Insomma se qualche rampante scrittore italiano, che ha un romanzo nel cassetto, che non riesce proprio a piazzare sul mercato editoriale italiano, il consiglio di tradurlo in spagnolo e provare ad autopubblicarlo potrebbe essere una eventualita da non sottovalutare affatto.

Tags:
autopubblicazione spagnaspagna autopubblicazionerut nieves spagnarut nieves autopubblicazione
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
CUPRA Born,ordinabile in Italia

CUPRA Born,ordinabile in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.